Contenuto sponsorizzato

Elezioni comunali, Agire verso la convergenza su Carli: ''Effetto novità non più sufficiente: indispensabili competenza, lavoro di squadra e entusiasmo''

Le strade tra Carli e Agire potrebbero presto incrociarsi. Dopo essere uscito allo scoperto nelle scorse settimane, il noto imprenditore nelle scorse ore ha diramato una lettera aperta alla cittadinanza per trovare convergenze e possibili alleati nella corsa a palazzo Thun, mentre il movimento di Claudio Cia è reduce dalla rottura con Alessandro Baracetti e la coalizione guidata dalla Lega

Di L.A. - 28 maggio 2020 - 15:50

TRENTO. "La disponibilità di Marcello Carli di avviare un progetto di stampo civico e autonomista per le elezioni comunali è interessante", queste le parole di Mauro Corazza, coordinatore territoriale di Agire per la città di Trento, che aggiunge: "In particolare ci riconosciamo nell’assoluta necessità di raccogliere le migliori energie sociali e economiche per destare il capoluogo da decenni di torpore, lasciando da parte l’autoreferenzialità".

 

Le strade tra Carli e Agire potrebbero presto incrociarsi. Dopo essere uscito allo scoperto nelle scorse settimane (Qui articolo), il noto imprenditore nelle scorse ore ha diramato una lettera aperta alla cittadinanza per trovare convergenze e possibili alleati nella corsa a palazzo Thun (Qui articolo), mentre il movimento di Claudio Cia è reduce dalla rottura con Alessandro Baracetti e la coalizione guidata dalla Lega (Qui articolo). 

 

Una coalizione che governa la Provincia che vede qualche pezzo guardare in altre direzioni, la maggioranza non sembra a rischio, anche se Progetto Trentino appoggia "Si può fare" di Silvia Zanetti, mentre Agire allaccia rapporti con Carli in vista della tornata elettorale per il capoluogo. 

 

"La città ha più che mai bisogno di spirito di iniziativa e propositività - dice Corazza - il lavoro portato avanti dal movimento verrà integrato con le proposte per rispondere alle nuove esigenze e preoccupazioni dei cittadini, nate a seguito dell’emergenza Covid-19. Questo senza mai dimenticare le sollecitazioni e problematiche raccolte nel corso del nostro tour nelle 12 circoscrizioni del capoluogo. Criticità che sono ancora attuali a fronte dell’immobilismo dell’attuale amministrazione".

 

Inizia a prendere forma una ulteriore proposta tra Franco Ianeselli (centrosinistra e Patt), Alessandro Baracetti (Lega), Filippo Degasperi (Onda civica), Silvia Zanetti (Si può fare) e Carmen Martini (Movimento 5 stelle). "Davanti a una crisi che in piccolo o in grande ha segnato tutti - aggiunge Corazza - è evidente come non sia più sufficiente l’effetto novità, ma si rendano indispensabili competenza, lavoro di squadra e entusiasmo".

 

Da qui l'intenzione di Agire di sedersi intorno al tavolo l'ex presidente di Ucid. "Una proposta interessante - conclude Corazza - quella di avviare un progetto di stampo civico, non esclusivo, e autonomista per le elezioni comunali di Trento: un’iniziativa che allarga gli orizzonti politici per arricchire il dibattito sui temi per la città. E' con questo spirito, quello di chi si vuole impegnare per rendere migliore la propria comunità, convinti del valore della pluralità delle idee, che una delegazione del coordinamento di Agire nei prossimi giorni incontrerà Marcello Carli per conoscere la visione che ha della Trento dei prossimi decenni. Dalla predisposizione a guardare al futuro e dalla disponibilità a ragionare insieme sui problemi, priorità e soluzioni, valuteremo la possibilità di una futura collaborazione che tenga presente i bisogni dei cittadini e i nostri progetti per dare loro una risposta".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 novembre - 12:25

Tamponi antigenici e molecolari, a scuola c’è ancora confusione ma si fa largo l’ipotesi che i positivi ai test rapidi sfuggano dai conteggi per mettere le classi in quarantena. La lettera di una mamma: “Le maestre hanno il divieto tassativo di avvisare i genitori di eventuali contagi. Credo sia molto grave”

24 novembre - 11:49

Sono stati analizzati 1.414 tamponi per 160 test risultati positivi e un rapporto contagi/tamponi che si attesta al 11,3%. Altri 16 morti, il bilancio sale a 195 vittime in questa seconda ondata, il totale è di 490 decessi da inizio epidemia. Sono 21.620 le persone che hanno contratto il coronavirus da marzo

24 novembre - 10:44

L'ente che si occupa del patrimonio immobiliare pubblico del Trentino è guidato dal direttore emerito di un istituto che meno di un mese fa ha invitato gli italiani alla ''disobbedienza fiscale'' contro i dpcm del governo Conte e che fatica a mettere in regola lo stesso ente pubblicando il suo curriculum vitae (avrebbe dovuto farlo dal 5 ottobre e ci sono due interrogazioni al riguardo in consiglio provinciale). Da quello del consigliere Cesare Scotoni, intanto, emerge una dichiarazioni dei redditi molto scarna

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato