Contenuto sponsorizzato

Il Veneto attacca l'Alto Adige ''zona gialla'', Kompatscher difende le ordinanze da ''zona rossa'' e tutti (anche la Lombardia) sono d'accordo: ''Dpcm basato su dati superati''

L'Italia è stata divisa in fasce di colore alle quali, come noto, corrispondono misure più o meno restrittive delle libertà, per contenere il coronavirus. Bond accusa il Governo di aver favorito Bolzano inserendolo nella ''zona gialla'' mentre il governatore altoatesino deve spiegare alla sua comunità perché abbia già adottato dei provvedimenti da ''zona rossa''

Di Luca Pianesi - 05 novembre 2020 - 12:57

FELTRE. ''Esigiamo che si faccia chiarezza. In una situazione come quella che stiamo vivendo è ancora più inaccettabile la disparità di trattamento tra la montagna autonoma e quella a statuto ordinario''. E' polemica, per come le regioni sono state ''colorate'' di rosso, arancione o giallo dal Governo, per come alcune siano ''scampate'' a una tonalità che pareva scontata e altre invece che hanno fatto il percorso inverso. E se per il governatore Fontana la decisione di Roma di rendere ''zona rossa'' la Lombardia è ''non solo grave ma inaccettabile'' data, ha aggiunto, l'assenza di "una motivazione valida e credibile" perché per lui la valutazione dei dati risalirebbe ad almeno 10 giorni fa in molti si stanno chiedendo cosa ci faccia l'Alto Adige in ''zona gialla''.

 

In particolare se lo chiede il parlamentare di Forza Italia del Bellunese Dario Bond che attacca ''per giorni abbiamo sentito che l’Alto Adige era in zona rossa. Esce il Dpcm e incredibilmente la Provincia autonoma si trova in zona gialla. Se non è daltonismo poco ci manca''. Una vera e propria ingiustizia per Bond che rincara: ''Si è seguito veramente l’indice Rt per il Trentino-Alto Adige? Perché se la risposta è affermativa, c’è qualcosa che non va, con Rt sopra il 2 e 10 (in realtà sono 23 ndr) Comuni totalmente chiusi, considerati zona rossa. Svp ha fatto la voce grossa per cambiare fascia ed evitare conseguenze sul brand Alto Adige Südtirol? Esigiamo che si faccia chiarezza su questo. In una situazione come quella che stiamo vivendo è ancora più inaccettabile la disparità di trattamento tra la montagna autonoma e quella a statuto ordinario''.

 

A fare chiarezza, però, ci pensa il presidente della provincia Kompatscher che da giorni sta firmando ordinanze e provvedimenti molto restringenti per tutta la provincia di Bolzano (QUI APPROFONDIMENTO) con la chiusura di moltissime attività e, appunto, 23 comuni in totale lockdown bollati come vere e proprie ''zone rosse''. Il governatore altoatesino di fatto, conferma quanto detto dal governatore Fontana e quindi che il provvedimento del Governo nazionale ha cristallizzato i dati al25 ottobre. "Rispetto a quella data - spiega Kompatscher - i dati dei contagi in Alto Adige sono fortemente cresciuti. Secondo Roma, la Provincia di Bolzano si troverebbe nella stessa situazione del Trentino, anch'esso valutato come zona gialla, ma la situazione è in realtà molto diversa: abbiamo lo stesso numero di abitanti, ma in Alto Adige ci sono il triplo dei ricoverati in terapia intensiva e il doppio dei pazienti Covid ricoverati negli ospedali".

 

Dati di fatto, per quanto riguarda i ricoveri nelle terapie intensive, che a ieri erano 33 contro le 11 del Trentino mentre per quanto i ricoveri ieri in Trentino erano 222 in ospedale contro i 242 dell'Alto Adige (poi ci sono i ricoverati nelle strutture private convenzionate che a Bolzano sono 67, in Trentino non si sa). Ribaltata la situazione per quanto riguarda i decessi (sono 46 nella seconda ondata in Trentino mentre in Alto Adige sono 30). Kompatscher, comunque, attaccato anche in provincia per i provvedimenti presi nonostante poi dal Governo fosse stato inserito in fascia gialla ha voluto sottolineare la gravità della situazione suffragata, proprio oggi, dal record assoluto di contagiati trovati in 24 ore (addirittura 762 in 24 ore).

 

"Abbiamo reagito per tempo a questa situazione con le direttive provinciali - prosegue Arno Kompatscher che, anche in questo caso va ricordato per dovere di cronaca, fino a 7 giorni fa si discostava dalle disposizioni nazionali ritenute troppo restrittive con bar e ristoranti aperti extra dpcm, salvo poi cambiare tutto e diventare più severo dello Stato il 29 ottobre - e per tutelare ulteriormente la salute della popolazione siamo purtroppo dovuti intervenire in maniera ancora più rigida nei cosiddetti Comuni-Cluster, tra cui Bolzano. La curva dei contagi continua ad aumentare, e la situazione epidemiologica del nostro territorio richiede misure drastiche e impopolari: per questo motivo siamo andati oltre quello che era previsto dallo Stato, preparandoci già per lo scenario di rischio più elevato".

 

Per quanto riguarda assistenza all'infanzia, asili e scuole, la Giunta provinciale intende sfruttare la settimana di vacanza che si concluderà a breve per valutare la situazione nei singoli comuni ed elaborare le necessarie misure. Il contenuto di questi interventi dovrebbe essere elaborato questo pomeriggio al termine di una seduta straordinaria della Giunta provinciale. Sempre nella giornata odierna, inoltre, il presidente Arno Kompatscher informerà il Consiglio provinciale in merito alla situazione epidemiologica e alle ultime misure intraprese. Insomma davvero questa Italia sembra diventata una tavola da Risiko tra territori colorati in modi diversi e politici che fanno e disfano a loro piacimento e una Campania che, in molti davano rossa e oggi è gialla mentre il sindaco di Napoli Luigi de Magistris afferma che gli ospedali sono al collasso e lo stesso presidente De Luca si appresta a confermare con una nuova ordinanza la sospensione della didattica in presenza per le scuole primarie e secondarie.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 26 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
27 novembre - 11:50
Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 395 positivi a fronte di 2.264 test molecolari. Altri 3 decessi. Sono 10 le persone in terapia intensiva
Cronaca
27 novembre - 09:38
Il dirigente del Dipartimento salute e politiche sociale: "La decisione di bloccare i voli dall'Africa australe può essere ritenuta corretta per [...]
Cronaca
27 novembre - 11:26
Il gip ha spiegato che l'ordinanza del presidente della Provincia del 19 marzo 2021 riguardante gli screening nelle scuole non era illecita, [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato