Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, polemica sul lockdown in Alto Adige. Süd-Tiroler Freiheit: "Kompatscher ha fregato il Consiglio e gli altoatesini"

Dopo l'annuncio inaspettato da parte della giunta provinciale di Bolzano di un nuovo lockdown da lunedì 8 febbraio, le opposizioni vanno all'attacco. Pd: "Via altoatesina miope e spregiudicata". Urzì: "La pazienza è finita". E la destra tedesca propone una mozione di sfiducia a Kompatscher

Di Davide Leveghi - 05 February 2021 - 10:45

BOLZANO. Dopo l'annuncio in serata di giovedì 4 febbraio da parte del presidente della Provincia Arno Kompatscher di un nuovo lockdown duro – si parla di chiusura dei negozi, di bar, ristoranti, alberghi per i turisti, di divieto di spostamento dal proprio Comune e di misure ad hoc per i singoli gradi scolastici per il ritorno temporaneo alla didattica a distanza – in attesa dell'uscita dell'ordinanza, le reazioni non sono certo mancate.

 

Tutte le forze d'opposizione, infatti, hanno accolto negativamente la notizia, considerata ennesima svolta di una giunta incoerente. “Verso il lockdown in Alto Adige – ha scritto il Partito democratico – questa la drammatica conseguenza di una via altoatesina miope e spregiudicata. Nel vicino Trentino si torna invece a sciare. 'La gatta frettolosa fa i gattini ciechi', si diceva una volta. Siamo spettatori – purtroppo – di una gestione disastrosa degli ultimi mesi. Qualcuno ora dovrà rispondere di fronte alle categorie economiche e alla popolazione degli errori commessi”.

 

“Da tre giorni in Consiglio provinciale discutevamo di Covid e non ci hanno nemmeno informato – ha incalzato invece il consigliere di Alto Adige nel cuore e coordinatore regionale di Fratelli d'Italia Alessandro Urzì – un atto di arroganza e presunzione che non trova giustificazione. Esprimo il mio più profondo disgusto per questo atteggiamento di disprezzo da parte della giunta provinciale verso le istituzioni democratiche della nostra provincia. E di conseguenza verso i cittadini e le aziende. Ci hanno taciuto quello che stavamo programmando. E noi come ingenui proponevamo misure di sostegno e aiuto per chi non ce la fa. E loro ce le bocciavano”.

 

“Mentre programmavano di metter definitivamente in ginocchio il mondo del lavoro privato locale quando solo fino a poco tempo fa promuovevano i Törggelen e si atteggiavano a gialli per puro spirito di distinzione ideologica per contraddire Roma che ci avvertiva sul rosso sempre più intenso. Adesso la pazienza dei cittadini e nostra è finita”, ha concluso.

 

Anche sul fronte della destra tedesca la critica è serrata. “Così il popolo e il Consiglio provinciale vengono fregati dal presidente della Provincia – scrive la Süd-Tiroler Freiheit, postando il video delle comunicazioni di Kompatscher – alle 17.20 dice 'Non c'è niente di nuovo' alle 20 impone un nuovo lockdown”.

 

“Chiediamo una mozione di sfiducia contro il presidente della Provincia Arno Kompatscher, ora basta – affermano invece i Freiheitlichen – alle 17.20 il nostro partito chiede al presidente della Provincia se ci sono nuove limitazioni, alle 20 annuncia un lockdown di 3 settimane e i consiglieri provinciali e la popolazione lo devono sapere dai media”.

 

L'ipotesi lockdown, d'altronde, era stata scartata nei giorni scorsi, quando il presidente Arno Kompatscher, intervenuto nel consueto punto stampa post-giunta del martedì aveva affermato di volersi prima confrontare con le parti sociali per discutere assieme delle possibili misure. Il quadro epidemiologico, che in caso di peggioramento, aveva annunciato lo stesso Landeshauptmann, avrebbe potuto portare ad un nuovo lockdown, è rimasto preoccupante.

 

Ad aggiungere un elemento, però, ci ha pensato la cosiddetta “variante inglese”, trovata in un paziente a Lana e la cui presenza è stata confermata proprio nel pomeriggio di giovedì da parte dei vertici dell'Azienda sanitaria. Poco dopo l'annuncio di uno screening di massa proprio nel centro del Burgraviato, Kompatscher è tornato sui suoi passi, decidendosi per un nuovo lockdown in vigore, con ogni probabilità, da lunedì 8 febbraio.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 27 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
29 November - 13:35
Con una mail indirizzata “a tutto il personale provinciale (compresi direttori e dirigenti)” la Provincia cerca 120 volontari per seguire le [...]
Cronaca
29 November - 15:57
La storia ha velocemente fatto il giro del mondo: i clienti del pub sono all'interno della struttura da venerdì scorso (26 novembre) e solo oggi [...]
Società
29 November - 14:01
Dopo la recentissima nomina a Sparkling Wine Producer of the Year 2021 da parte di The Champagne&Sparkling Wine World Championships, Ferrari [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato