Contenuto sponsorizzato

La val di Ledro ha la sua Apt. Il Consorzio evolve in Azienda per il turismo. Failoni parla (da un anno) di ridurle ma intanto ne nasce un'altra

Una trasformazione avviata sul finire della Giunta Rossi che aveva dato semaforo verde a questo passaggio, che entra a pieno regime da questo 2020 appena scoccato. Una novità che ha visto la convergenza di imprenditori, realtà economiche, associazioni sportive e sociali, Pro loco e amministrazione comunale

Foto Nicer Trento
Di Luca Andreazza - 02 gennaio 2020 - 20:29

LEDRO. La val di Ledro è diventata grande e ora può festeggiare l'arrivo della propria Azienda per il turismo. Un'evoluzione del Consorzio turistico che diventa così più strutturato e entra a far parte delle Apt, la quindicesima sul territorio trentino.

 

Una trasformazione avviata sul finire della Giunta Rossi che aveva dato semaforo verde a questo passaggio, che entra a pieno regime da questo 2020 appena scoccato. Una novità che ha visto la convergenza di imprenditori, realtà economiche, associazioni sportive e sociali, Pro loco e amministrazione comunale

 

In questa prima fase si procede nel segno della continuità. Il presidente del "nuovo" ente è Maria Demadonna, già numero uno del Consorzio negli ultimi anni, mentre Francesca Spagnolli è la vice presidente. Sono, poi, Alessandro Barillari, Paolo Berlanda, Michele Berti, Marco Bertolotti, Enrico Demadonna, Lorenzo Michelotti, Angelo Pellegrini, Mario Penner, Massimiliano Rosa e Michela Spagnolli a completare il Consiglio d'amministrazione.

 

Un meritato e giusto premio per la realtà ledrense. Nonostante la posizione geografica decentrata, la val di Ledro negli anni è riuscita a compattarsi tra le varie componenti e crescere nei numeri fino a quando la veste del Consorzio è iniziato diventare strettino. Tra il 2002 e il 2017 gli arrivi sono passati da 69.295 a 111.966, mentre le presenze da 730.130 a 893.267. Le strutture ricettive sono salite da 2.407 a 2.428 con una crescita dei posti letto da 14.478 a 16.231. Risultati che riguardano soprattutto i mesi estivi e ora può pensare a sviluppare il prodotto invernale con maggiore forza.

 

Il passo indietro della Pro loco, che deteneva la maggioranza delle quote nel Consorzio, ha consentito la nascita della nuova realtà turistica maggiormente in linea con le esigenze dell’attuale settore turistico e delle sue dinamiche in costante evoluzione. Sono numerosi gli eventi che hanno consentito alla valle di Ledro di crescere tra Ledro Sky Race, campionati di maratona di canoa e triathlon Ledroman, regate internazionali di vela, Ledro Running, Ritiro atletica giovanile fiamme gialle e la coppa Trentino di beach volley, ma anche culturali (Notte in palafitta, gemellaggio con la Repubblica Ceca e trofeo nazionale cori d’Italia) e più in generale organizzati nei segmenti storico, culturale e gastronomico.

 

Una nuova Azienda per il turismo che sembra essere stata accolta in modo "tiepido" in Provincia. Da piazza Dante non è arrivata (ancora) una nota per salutare questa nuova realtà. Un'Apt, la quindicesima, che forse va un pochino a disturbare i piani dell'assessore Roberto Failoni, che è ormai da un anno che continua a ripetere che farà una riforma del settore. Un ddl spesso annunciato, altrettanto spesso rimandato ma che dovrebbe arrivare in primavera (Qui articolo).

 

Dopo aver paventato una rivoluzione e la drastica riduzione degli enti territoriali di promozione turistica, l'ipotesi ora sul tavolo sarebbe quella di ridurre le Apt da quattordici (quando la val di Ledro non era ancora istituita) a dieci attraverso l'accorpamento di quelle più piccole. Ora resta da capire il destino della neonata Azienda ledrense, che potrebbe già rientrare nell'orbita del Garda Trentino

 

Insomma, intanto ancora non è chiaro quel che sarà del settore e spunta una nuova Apt e un'eventuale accorpamento dell'Azienda appena costituita sembra tanto un azzardo quanto un passaggio delicato. Insomma, da qualunque punto si voglia guardare questa materia, l'assessore non sembra essere stato in grado di gestire la situazione e "congelare" l'istituzione di un ente in attesa di programmi politici più definiti.     

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
27 ottobre - 06:01
C'è il timore di emulazione da parte dei giovani a scuola, anche se in Trentino non ci sono particolari segnalazioni. Alcuni genitori [...]
Cronaca
26 ottobre - 19:35
Il problema dell'anomala usura delle ruote dei treni sulla linea della Valsugana riscontrato circa 2 mesi fa si è risolto da solo. Roberto [...]
Cronaca
26 ottobre - 20:01
Trovati 56 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 14 guarigioni. Sono 13 i pazienti in ospedale, di cui 2 ricoverati in terapia [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato