Contenuto sponsorizzato

Primon e Popoli Liberi appoggiano Zanetti come candidata sindaca: ''Insieme possiamo creare una Volkspartei trentina''

Il comandante degli Schützen di Trento Major Giuseppe De Betta ha spiegato che per la prima volta il suo movimento  ha accettato un'alleanza politica. Ha deciso di puntare su ''Si può fare'' (IL VIDEO)

Di Luca Pianesi - 07 giugno 2020 - 20:06

TRENTO. Paolo Primon e i suoi ''Popoli Liberi'' appoggeranno Silvia Zanetti e ''Si può Fare!'' alle prossime elezioni comunali. Il comandante degli Schützen di Trento Major Giuseppe De Betta ha sciolto le riserve sabato mattina e ha spiegato, davanti alla sede dell'Adige, che sosterrà la candidata di Progetto Trentino e di alcune civiche.

 

Primon si è dimostrato convinto dicendo alla stessa Zanetti che: ''Io non parto mai battuto e sono convinto che tra centrosinistra e centrodestra si possa davvero amministrare la città. Poi Silvia, lo sai, noi rappresentiamo l'estremo dell'autonomia, della storia di questa provincia e di questa città. Siamo una presenza magari, per qualcuno, pesante cosa ne pensi tu che Primon e Popoli Liberi ti affiancano? Perché hai deciso di puntare su una lista così fortemente autonomista?''. ''Perché è quello che serve in questo momento'', ha risposto Zanetti. E allora Primon ha rilanciato: ''E io ti dico che è un progetto grandioso questo perché finalmente potrebbe nascere una Volkspartei trentina, non collegata ai 

ai partiti nazionali''. 

 

Insomma Popoli Liberi e il loro bacino elettorale che, spiegava Primon a ilDolomiti, ''si aggira intorno alle 1.500 preferenze'' hanno deciso di non stare né con il centrosinistra di Franco Ianeselli né con la destra leghista di Alessandro Baracetti, ma di porsi in un ipotetico centro, ancora tutto da costruire e un po' affollato, in questo momento, per la presenza anche di Marcello Carli. Un progetto senz'altro interessante che va a costituire un'alternativa sopratutto ai movimenti sovranisti e populisti rappresentati dal tris Lega-Fratelli d'Italia-Forza Italia e che dovrà fare i conti anche con gli altri candidati sindaci (da Filippo Degasperi e la sua Onda Civica a Carmen Martini del Movimento 5 Stelle).

 

''Popoli Liberi entra nel gruppo con i suoi candidati - scrive Primon sulla sua pagina Facebook - ed è la prima volta, in trent'anni, che accetto un'alleanza politica. Sono rimasto affascinato dall'idea di creare in Trentino un grande partito di raccolta slegato dai partiti nazionali e partiamo da Trento pensando poi a tutta la provincia. E' stata una scelta ponderata per molti mesi e la decisione è arrivata proprio perché questo raggruppamento di liste non è alleato con nessun partito nazionale. La speranza è lanciare un messaggio ai trentini che "si puo fare" basta volere''.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
14 giugno - 18:53
Con l'arrivo dell'estate il misto di ghiaia, sassi e asfalto trasforma la spianata di San Vincenzo in un luogo caldissimo e afoso. Quasi [...]
Cronaca
14 giugno - 18:51
Fra poche ore apriranno le prenotazioni per la fascia d’età dai 18 ai 39 anni, fino al 10 luglio ci sono a disposizione 25mila dosi per una [...]
Società
14 giugno - 17:42
Michele sogna di diventare un ricercatore bio-informatico ma fin dalla nascita soffre di Tetra Paresi Distonica e per lavorare e avere una vita [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato