Contenuto sponsorizzato

Degasperi contro la Pat: “La gestione dei cinghiali è un fallimento, dobbiamo bandire le mangiatoie”

Dopo le immagini che mostrano un orso alimentarsi dalla pastura preparata per i suidi Degasperi prende posizione: “Foraggiamo i cinghiali con il mais e poi ci lamentiamo che proliferano e fanno danni. Dopodiché riempiamo i boschi di mangiatoie e ci sorprendiamo se gli orsi diventano confidenti”

Di T.G. - 25 marzo 2021 - 10:41

TRENTO. Nei giorni scorsi è stato diffuso un filmato in cui si vede un orso mentre si alimenta da una mangiatoia per animali. Come spiegava il cacciatore che ha ripreso le immagini la mangiatoia era stata posizionata nell’ambito dell’abbattimento dei cinghiali, infatti, seppur con una serie di regole, questa pratica è consentita. Il problema però, come dimostrano le stesse immagini, è che le mangiatoie possono attirare anche i grandi carnivori.

 

“È la dimostrazione che il modello di gestione dei cinghiali affidato ai cacciatori è un fallimento” commenta il consigliere provinciale Filippo Degasperi. Secondo il leader di Onda Civica questi punti di adescamento muniti di mangiatoia non funzionano: “Non è mai stato fatto un censimento, non sappiamo né quanti ce ne sono né dove sono stati posizionati, eppure queste mangiatoie non si possono mettere dove può verificarsi l’interazione con gli orsi bruni, ma di fatto la pratica viene tollerata perché nessuno controlla”.

Effettivamente non è raro che i grandi carnivori, orsi e lupi, siano ripresi, dalle fototrappole piazzate vicino alle mangiatoie. “Foraggiamo i cinghiali con il mais e poi ci lamentiamo che proliferano e fanno danni. Dopodiché riempiamo i boschi di mangiatoie e ci sorprendiamo se gli orsi diventano confidenti”.

 

I risultati sul contenimento della popolazione di cinghiale peraltro stentano ad arrivare tanto è vero che la Provincia ha addirittura dato il via libera all’utilizzo dei visori notturni per la caccia a questa specie. Degasperi parla apertamente di “gestione fallimentare”, osservando che foraggiando in continuazione i cinghiali c’è persino il rischio che la popolazione aumenti. “Finora non abbiamo visto risultati, anzi il problema pare essersi aggravato visto che le mangiatoie attirano lupi e orsi. La conclusione logica dovrebbe essere quella di bandire l’utilizzo della mangiatoie per l’adescamento dei cinghiali, perlomeno in quelle zone dove sono presenti i grandi carnivori. Per il resto la Provincia ha deciso di continuare ad affidarsi ai cacciatori che hanno dimostrato di non essere in grado di controllare il problema”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 23 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
24 maggio - 13:09
La denuncia di quanto accaduto arriva dal commissario provinciale del partito di Salvini Binelli che poi attacca il Comune: ''Oltre allo spavento e [...]
Cronaca
24 maggio - 11:49
Si è verificato un grave incidente nel corso delle operazioni per scaricare il Gpl dall'autocisterna, il materiale ha improvvisamente preso [...]
Cronaca
24 maggio - 12:06
Sono stati registrati inoltre 94 pedoni investiti, 135 biciclette coinvolte in incidenti, a cui se ne aggiungono due [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato