Contenuto sponsorizzato

Frana sulla Gardesana, Degasperi: “Evento prevedibile, importanti disagi per i pendolari ed enorme rischio per gli automobilisti”

Degasperi chiede informazioni sulla frana che ha coinvolto la Gardesana orientale: “Secondo un studio di Arpav frane e crolli che hanno coinvolto la Ss 249 erano ‘previsti e prevedibili’. Forse per giungere a tale conclusione non era nemmeno necessario uno studio come quello citato vista l’erosione che caratterizza l’area del Monte Baldo”

Di Tiziano Grottolo - 23 gennaio 2021 - 12:39

RIVA DEL GARDA. Lo scorso 2 gennaio un’imponente frana (QUI le foto) ha investito, interrompendola, la strada statale 249 della Gardesana orientale. L’evento si è verificato nella zona dell’abitato di Tempesta, nel Comune di Nago-Torbole. Con un fronte di circa 80 metri e 500 metri cubi di roccia e detriti precipitati è stata una fortuna che nessuno sia rimasto ferito. La strada però rimarrà interrotta fino alla messa in sicurezza della parete.

 

Nel frattempo la questione sbarca in Consiglio provinciale con un’interrogazione presentata da Filippo Degasperi di Onda Civica: “La recente frana – spiega – oltre ad aver rappresentato un rischio enorme per gli automobilisti in transito, ha provocato importanti disagi ai pendolari che dalla sponda veneta del Lago si spostano per lavoro in Trentino e che, viceversa, dal Trentino si muovono verso le località veronesi”. Come sottolinea il consigliere fra i pendolari ci sono una ventina fra insegnanti e personale Ata dipendenti dell’istituto comprensivo di Malcesine che si trovano in difficoltà.

 

“Secondo un studio di Arpav – commenta Degasperi – frane e crolli che hanno coinvolto la Ss 249 erano ‘previsti e prevedibili’. Forse per giungere a tale conclusione non era nemmeno necessario uno studio come quello citato vista l’erosione che caratterizza l’area del Monte Baldo. La scarsa copertura non protegge il suolo dall’effetto della pioggia battente ‘con effetti come quelli causati dalla frana vicino a Malcesine’”.

 

Proprio per questo il consigliere chiede conto delle indagini geologiche svolte lungo il tratto di competenza trentina e se “oltre alla manutenzione ordinaria, sono stati eseguiti lavori di messa in sicurezza del versante trentino della Ss 249”. Infine nell’interrogazione si chiede di conoscere se altri punti della strada sono stati interessati da sopralluoghi.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
24 ottobre - 06:01
Gli Ordini dei medici e delle professioni infermieristiche lamentano, con preoccupazione, una certa lentezza nell'applicare le disposizioni di [...]
Cronaca
24 ottobre - 08:00
E' successo a Bronzolo, sul posto si sono portati i vigili del fuoco che in poco tempo sono riusciti a spegnere le fiamme ed evitare che l'incendio [...]
Cronaca
24 ottobre - 08:32
Sono numerosi gli appassionati che si stanno portato al circuito Ciclamino di Pietramurata che proprio in questi in giorni ospita il famoso [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato