Contenuto sponsorizzato

Fugatti e la propaganda anche sui provvedimenti che esistono da sempre: ''In Trentino 12 milioni ai nidi di infanzia'', è la somma standard prevista da anni

Il presidente della Provincia si ''appropria'' di qualsiasi iniziativa che funziona anche quelle più scontate e fa suo un provvedimento che esiste, identico, da anni. Qui pubblichiamo, per chiarire il comunicato della Pat del 2014, tecnico e asettico. Oggi nello stesso comunicato è stato messo un virgolettato dell'assessore Gottardi personalizzandolo: ''L’Amministrazione ritiene siano di vitale importanza questi presìdi sul territorio''

Di Luca Pianesi - 05 February 2021 - 20:39

TRENTO. L'annuncio, come al solito è roboante. I social a fare da casa di risonanza, lui in posa con sorriso e braccia conserte e la scritta in stampatello ''In Trentino ai comuni 12 milioni per sostenere i nidi di infanzia''. Sotto i commenti (pochi ma buoni) recitano tutti ''bravi'', ''grande'', ''bravo presidente'' e qualcuno avrà davvero pensato che Fugatti e soci hanno deciso di investire queste risorse sul futuro dei nostri bambini e sul presente dei loro genitori. 

 

Peccato che si tratti del solito fumo negli occhi di un'amministrazione talmente ferma da rivendersi qualsiasi cosa pur di fare propaganda, anche uno stanziamento standard che da anni è identico a sé stesso, messo a bilancio praticamente da sempre perché altrimenti, senza quella somma, i nidi chiudono. Nessuna novità, nessuna idea, nessuna proposta diversa da quando governava il centrosinistra autonomista. Campioni delle figuracce (le fughe di M49 sono già nel mito), fortissimi nel fare provvedimenti che poi vengono impugnati e bocciati a livello nazionale (si pensi a quella sulle case Itea con il limite ''etnico'' dei 10 anni di residenza), esempio di scarsa trasparenza (sulla gestione dei numeri della pandemia hanno dato lezioni a tutti) sono costretti a vendersi come grandi successi l'ordinario. 

 

Il comunicato della Provincia fa ''parlare'' l'assessore Gottardi: “L’Amministrazione ritiene siano di vitale importanza questi presìdi sul territorio, che hanno la funzione di favorire la socialità dei nostri bambini sin da piccolissimi e consentono ai genitori la conciliazione tra famiglia e lavoro, in particolare nei casi in cui non ci sia la possibilità di appoggiarsi a nonni e conoscenti” (QUI PER IL TESTO COMPLETO). E ci mancherebbe altro. Certo che sono di vitale importanza e per questo da anni sono finanziati esattamente con la stessa cifra, 12 milioni di euro. 

 

Ecco il comunicato del 2014 della Pat con assessore Daldoss

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 2 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
03 dicembre - 05:01
Sono moltissimi in queste settimane i bambini rimasti a casa dall'asilo con diverse patologie. Non solo virus sinciziale ma anche casi di otite, [...]
Cronaca
03 dicembre - 08:24
Gli acquirenti, dopo aver visionato i veicoli su internet si recavano per dei giri di prova in concessionaria. A quel punto consegnavano agli [...]
Cronaca
03 dicembre - 07:42
E' successo nel tunnel tra Laives e Bronzolo. Sulla dinamica esatta dell'incidente sono in corso le verifiche da parte dei carabinieri di Egna
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato