Contenuto sponsorizzato

Rossi: ''Una promessa per ogni territorio ma manca una visione complessiva della mobilità. Ci sono già gli studi: la ferrovia Rovereto-Riva costa almeno 500 milioni''

Nelle scorse ore il vice ministro Alessandro Morelli si è recato nell'Alto Garda. Un'occasione per fare il punto su alcune grandi opere nella zona, il collegamento stradale passo San Giovanni-Cretaccio e lo studio di fattibilità per un collegamento tra l'area gardesana e l'asse del Brennero. Rossi: "E' stato portato nel cantiere progettato, finanziato e appaltato nel mio mandato"

Di Luca Andreazza - 30 marzo 2021 - 13:41

RIVA DEL GARDA. "L'unico cantiere che è stato mostrato al vice ministro è stato quello valutatoprogettatofinanziato e appaltato nel corso del mio mandato". Così l'ex presidente Ugo Rossi: "Non si comprende poi quale sia il piano della mobilità provinciale di Fugatti: la ferrovia nell'Alto Garda, il tunnel sotto il Baldo tra Avio e Malcesine, la Valdastico a Rovereto e il raddoppio della statale in Valsugana. La Lega riesce a trovare un'opera da promettere per ogni territorio".

 

Lunedì 29 marzo il vice ministro per le infrastrutture e la mobilità sostenibile, Alessandro Morelli, si è recato nell'Alto Garda. Un'occasione per fare il punto su alcune grandi opere nella zona, il collegamento stradale passo San Giovanni-Cretaccio e lo studio di fattibilità per un collegamento tra l'area gardesana e l'asse del Brennero. 

 

"Ci sono l'attenzione e la volontà di capire sul posto le problematiche e le esigenze dei territori", il commento del presidente Maurizio Fugatti, mentre sul collegamento ferroviario ha evidenziato come si tratti di "un'ipotesi sulla quale convergono gli amministratori locali, utile non solo per la mobilità del territorio, ma anche per la fruizione turistica di quest’area importantissima". "Il nostro obiettivo - dice Morelli - è quello di valorizzare fin da subito le piccole grandi opere, cioè quelle infrastrutture che, seppur a livello nazionale si possono considerare minori, non lo sono per i territori di riferimento. Ho percepito che l’ipotesi di collegamento ferroviario per voi è fondamentale e che si tratta di un’opera necessaria per l’intera rete infrastrutturale della zona. In attesa delle valutazioni di Rfi che auspichiamo siano positive, farò la mia parte per arrivare a una soluzione in tempi rapidi".

 

Il cantiere, oggetto della visita del vice ministro, è l'Unità funzionale 2 del collegamento viario San Giovanni-Cretaccio, per il quale è previsto un importo complessivo di finanziamento di circa 140 milioni di euro. I lavori a oggi: uno scavo realizzato di 570 metri di galleria stradale e 620 metri di cunicolo di emergenza; si stima che l’ultimazione dei lavori slitti ai primi mesi del 2023 per aspetti collegati all'emergenza Covid, nonché per un imprevisto geologico quasi superato e per alcune migliorie tecniche quali una variante che riguarda la revisione dell’intersezione a rotatoria a passo di San Giovanni. 

 

A breve si inizierà con il cantiere sul lato Maza. Lo sviluppo della galleria è di circa 2.800 metri lineari, mentre il volume complessivo di scavo stimato è di circa 750 mila metri cubi. L'Unità funzionale 3, che corrisponde al collegamento Linfano - Cretaccio, è in fase di progetto preliminare: si prevede il completamento della progettazione entro un anno e la realizzazione in due anni, in linea con il completamento della galleria. 

 

"Nella passata legislatura - dice il consigliere provinciale di Azione - ci siamo concentrati sul collegamento stradale: sono state trovate le convergenze con gli amministratori comunali e le risorse necessarie. E' stato definito il tracciato, progettato, finanziato, appaltato e dato avvio ai lavori per realizzare le gallerie, ma anche eliminare la discarica della Maza. Adesso Fugatti porta il vice ministro leghista in passerella su questa opera, senza però ricordare che tutto è stato previsto prima del suo mandato".

 

Si è parlato anche del collegamento Rovereto - Riva del Garda. "Naturalmente non si è riusciti a fornire dettagli. Si dice che c'è in corso uno studio di fattibilità tra Provincia e Rfi - prosegue Rossi - una quindicina di chilometri possono essere considerati parte integrante del corridoio nord-sud e che questa infrastruttura potrebbe essere attrattiva in ottica turistica. All'epoca del via libera al collegamento passo San Giovanni - Cretaccio, ci siamo anche concentrati per una valutazione preliminare della ferrovia, c'è lo studio Metroland e alcuni approfondimenti portati avanti dall'ex assessore Mauro Gilmozzi hanno evidenziano un costo dell'opera di almeno 500 milioni e quale possibile modalità finanziamento attraversi i fondi dell'unione europea combinati con privati del piano Juncker. Poi è finita la legislatura, Ma è chiaro che si dovrebbe ragionare con Monaco-Garda, cioè una derivazione del corridoio europeo per avere maggiori probabilità di finanziamento".

 

Inoltre la Giunta Fugatti ha già finanziato uno studio di fattibilità, affidato a Rfi, per la ferrovia Mori-Riva del Garda. Ma nei mesi scorsi le associazioni ambientaliste con Ezio Viglietti hanno spiegato che si tratta di un'operazione di facciata (Qui articolo) in quanto la spesa impegnata è di 35 mila euro (Qui articolo).

 

"Non si capisce la logica della Provincia: la Lega promette sempre molto. Nell'Alto Garda si spende per la ferrovia, poi lancia l'ipotesi del tunnel tra Avio e Malcesine come naturale prosecuzione della Valdastico che dovrebbe uscire a Rovereto. Non si capisce quale sia il disegno complessivo della mobilità", conclude Rossi.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 21 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
21 maggio - 20:40
La 65enne è stata trovata nell'acqua da alcuni passanti, immediato l'allarme e l'avvio della manovre salvavita ma purtroppo per Liviana Ierta [...]
Cronaca
21 maggio - 21:28
Le fiamme partite da un quadro elettrico. Decine e decine i vigili del fuoco intervenuti per evitare che l'incendio potesse interessare altre parti [...]
Cronaca
21 maggio - 16:43
Erano circa 200 gli operatori di Dolomiti Ambiente impegnati in questi giorni nelle operazioni di pulizia per il post-concerto di Vasco Rossi, il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato