Contenuto sponsorizzato

Turismo, Brentonico ritorna alla carica: ''La soluzione migliore sarebbe prevedere le Ata di prodotto. Ma se si ragiona sul territorio puntiamo sull'asse Rovereto-Garda''

L'Altopiano di Brentonico conferma la convinta "adesione" all'Azienda del turismo che ruota intorno alla città delle Quercia, c'è anche una votazione in consiglio comunale in questo senso, ma la direttrice si sposta verso il Garda se si sale a livello delle Agenzie del territorio. L'assessore Nicola Zoller: "Il nostro ruolo e la nostra posizione geografica ci consentono di rappresentare una cerniera tra la Vallagarina e il Garda"

Di Luca Andreazza - 21 aprile 2021 - 21:29

TRENTO. "La nostra convinzione è che l'Azienda per il turismo Rovereto e Vallagarina dovrebbe operare con il Garda all'interno dell'Agenzia del territorio". Queste le parole di Nicola Zoller, assessore del Comune di Brentonico, che aggiunge: "Ogni ambito dovrebbe lavorare con la sua fisionomia e le sue specificità ma accentuando le sinergie e le azioni promozionali".

 

L'Altopiano di Brentonico conferma la convinta "adesione" all'Azienda del turismo che ruota intorno alla città delle Quercia, c'è anche una votazione in consiglio comunale in questo senso, ma la direttrice si sposta verso il Garda se si sale a livello delle Agenzie del territorio (sono 4 tra "Dolomiti" e "Dolomiti di Brenta", "Garda Trentino" e "città , laghi e altipiani" (Qui articolo).

 

La partita Ata appare ancora piuttosto nebulosa e diventa difficile ancora interpretare questi enti intermedi di raccordo tra le Aziende per il turismo e Trentino Marketing. C'è un quadro ma sono diversi i nodi da sciogliere. "La soluzione migliore - dice Zoller - sarebbe quella di ragionare sul prodotto come neve, outdoor, cultura, enogastronomia, laghi e così via. In questo modo ogni ambito potrebbe valorizzare le proprie peculiarità e affinare le strategie in base alle proprie caratteristiche. Ma attualmente si parla di territorio e Brentonico insiste per lavorare con il Garda piuttosto che con Caldonazzo".

 

Così Brentonico ritorna a spingere per andare verso il gardesano in ambito Ata (Qui articolo). "Il nostro ruolo e la nostra posizione geografica - conclude Zoller - ci consentono di rappresentare una cerniera tra la Vallagarina e il Garda. Noi siamo naturalmente collegati a Rovereto con la sua offerta culturale e, altrettanto, siamo affacciati sul lago tanto che tra i nostri interlocutori primari c'è Malcesine. E' necessario proseguire lungo questa direttrice tra turismo dolce, percorsi e ospitalità da sviluppare. Questo è il nostro futuro".

 

Ragionamenti condivisi anche nelle riunioni del Tavolo turismo brentegano, coordinato dalla consigliera comunale Marina Togni, chiamato a delineare gli scenari d'azione e fare il punto sulle prospettive (Qui articolo). 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 21 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
22 maggio - 09:24
Sono tantissimi i messaggi di cordoglio per Liviana Ierta Melchiori trovata senza vita ieri pomeriggio al lago di [...]
Cronaca
22 maggio - 08:30
Il giovane in condizioni ancora molto gravi con ustioni di secondo e terzo grado si trova al centro grandi ustionati di Murnau in Baviera. Un altro [...]
Cronaca
22 maggio - 06:01
Oltre 100 dipendenti dell'Azienda sanitaria tra tecnici, infermieri e medici assieme a 400 volontari che hanno gestito le postazioni di soccorso [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato