Contenuto sponsorizzato

Covid, firmata l'ordinanza per la gestione dei casi nelle scuole: ''Anche se in didattica a distanza, gli alunni contatti stretti in regola con vaccini possono poi fare le altre attività''

Il presidente della Provincia di Trento, Maurizio Fugatti, ha firmato l’ordinanza in materia di gestione dei casi di positività e quarantene nell’ambito dei servizi socio-educativi della prima infanzia, nelle scuole dell’infanzia e in ambito scolastico in Trentino. ORDINANZA ALL'INTERNO

Di L.A. - 20 gennaio 2022 - 16:17

TRENTO. Le lezioni passano in modalità didattica a distanza per dieci giorni con due casi nella stessa sezione/gruppo nelle scuole dell'infanzia e alle medie, quattro positività invece alle superiori. Il presidente della Provincia di Trento, Maurizio Fugatti, ha firmato l'ordinanza che dispone le regole per la gestione dei contagi Covid in ambito scolastico. "In presenza di due casi di positività all'interno della medesima sezione o gruppo, sia di bambino/a sia di educatore/educatrice o insegnante - si legge nel provvedimento - il dirigente della struttura competente sospende l'erogazione del servizio per dieci giorni".

 

Come anticipato nei giorni scorsi dal governatore del Trentino ci si muove tra l'ultimo decreto nazionale e quanto previsto sul territorio provinciale con i protocolli adottati prima delle vacanze di Natale e Capodanno (Qui articolo).

 

Nei confronti dell'educatore/educatrice o insegnante contatto stretto asintomatico che ha ricevuto la dose booster oppure ha completato il ciclo vaccinale primario nei 120 giorni precedenti o sia guarito da infezione da Sars-Cov-2 nei 120 giorni precedenti "non si applica la quarantena, ma è fatto obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie Ffp2 per almeno 10 giorni dall'ultima esposizione del caso, nonché di seguire un periodo di auto-sorveglianza che termina al quinto giorno. L'educatore/educatrice o insegnante che rientra in questi casi prosegue l'attività lavorativa".


Nei confronti dell'educatore/educatrice o insegnante contatto stretto asintomatico che ha completato il ciclo vaccinale primario da più di 120 giorni e con il Green pass in corso di validità la quarantena dura invece 5 giorni purché al termine di questo periodo risulti un test molecolare o antigenico negativo da effettuare in quinta giornata. Gli alunni della classe che rientrano nei casi sopracitati sono liberi di svolgere le consuete attività sociali sebbene non partecipino all'attività didattica in presenza. 

 

Lezioni in presenza fino a 2 casi alle superiore. Il primo step scatta con la terza positività: obbligo di indossare la mascherina FFp2 per almeno 10 giorni e studenti in regola con le vaccinazioni in classe; Dad invece per gli altri alunni. Il quarto caso manda invece tutti in didattica a distanza.

 

E' un momento di forte pressione per vari settori, compreso quello della scuole. L'alta circolazione virale delle ultime settimane incide anche sugli istituti: "Dire che 'la situazione è sotto controllo' è un'espressione forte. Diciamo piuttosto che è critica, ma che il sistema per ora resiste", il commento a Il Dolomiti di Paolo Pendenza alla guida dell'associazione nazionale Presidi per il Trentino (Qui articolo).

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 18 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
19 maggio - 19:13
A Trento per Vasco sono arrivati in tanti: genitori con figli adolescenti, coppie di fidanzati e gruppi di amici. L'attesa sotto il sole non [...]
Cronaca
19 maggio - 18:21
I cuccioli sono stati salvati da una donna che stava correndo nei boschi quando ha sentito i guaiti. Ora sono stati presi in custodia dai volontari [...]
Cronaca
19 maggio - 18:43
Visto il grande afflusso di auto sulla zona di Trento Sud il traffico dell'autostrada viene deviato su Trento Nord. Ecco il piano della viabilità [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato