Contenuto sponsorizzato

Insulti alla consigliera Antonia Romano dopo la seduta sulla sicurezza: "Comunistaccia levati di torno"

Il messaggio privato all'esponente de L'Altra Trento a Sinistra è lo strascico delle tensioni che si sono verificate ieri in Aula durante la seduta del Consiglio

Pubblicato il - 25 gennaio 2017 - 17:52

TRENTO. Nella seduta del Consiglio comunale di ieri, dedicata al tema della sicurezza, si è quasi sfiorata la rissa. Alcuni commercianti con alcuni esponenti politici della destra trentina hanno infatti bloccato i lavori dell'Aula con intemperanze che la presidente Lucia Coppola non è riuscita a contenere, obbligandola a spostare la sedura.

 

Questa sera ci sarà un'altra seduta, stesso tema di ieri. Ma ci saranno le forze dell'ordine a presidiare palazzo Thun, proprio su richiesta della presidente che ieri ha ravvisato una minaccia all'istituzione che presiede e, forse, anche agli stessi consiglieri. Sono volate parole pesanti. Parole che sono poi state anche veicolate tramite messaggi privati, come quello recapitato alla consigliera de L'Altra Trento a Sinistra Antonia Romano.

 

Ne dà notizia lei stessa su Facebook: "A volte ricevo privatamente messaggi che voglio chiamare critici nei miei confronti e nei confronti delle mie idee politiche. Oggi voglio pubblicare uno di questi messaggi per dimostrare a tutte e a tutti che il degrado della nostra città è nei cuori per fortuna di pochi. Ecco quanto ho ricevuto stamattina, in una bella giornata di sole, in una meravigliosa città dove sono felice di vivere".

 

Il messaggio è questo, che pubblichiamo per intero: "Lei è una povera comunistaccia che ha dei problemi di tolleranza, e peccato che Trento si deve trovare una come lei. Ma chi l'ha votata ha il suo stesso basso quoziente d'intelligenza? Si vergogni di offendere i commercianti che subiscono la delinquenza dei suoi amici, in primis extracomunitari che lei antirazzista da 4 soldi pensa di passare come umana solo perché li difende anche nei reati che commettono. Chieda scusa ai cittadini in ginocchio e si levi di torno, che la puzza delle sue stronzate stanno soffocando l'aria già inquinata di suo!" 

 

Sotto al post molti commenti di solidarietà di vicinanza, e le repliche a testa alta della consigliera: "Giusto per chiarirci, io sono antirazzista davvero, ma non sono povera, sono ricca e sapete perché? Nel mio cuore e, soprattutto, nel mio cervello abitano l'accoglienza, il rispetto, il senso civico. Non vivo nel vuoto culturale e nella frustrazione sociale. Ecco perché sono ricca. I poveri siete voi che mi scrivete queste cose".

 

Un messaggio che seguiva un articolo della stessa Romano pubblicato sul suo blog personale "Colleghiamoci" dal titolo "Stasera il degrado è entrato in Aula". Nel testo la consigliera scrive che "ciò che è accaduto stasera impone una seria riflessione sulla stato della nostra democrazia, fraintesa e stuprata da gentaglia della politica che parla alla pancia delle persone, ripetendo il solito tormentone e dimenticando che la pancia produce un solo prodotto, un rifiuto piuttosto maleodorante".

 

"Ieri in Aula c'erano esponenti dell'estrema destra trentina - afferma Romano - volti noti di Casa Pound e Forza Nuova, oltre a Fugatti della Lega e Claudio Cia. Questi - continua la consigliera - stanno strumentalizzando il tema della sicurezza, stanno strumentalizzando commercianti e cittadini con il chiaro intento di fare pressione al Consiglio comunale senza rispetto per le istituzioni e in modo illegale. Ricordo - spiega Romano - che l'interruzione di una seduta consiliare si configura come reato, e lo ricordo proprio a loro che parlano tanto di legalità".

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
21 aprile - 16:22
Dopo il video che Beppe Grillo ha caricato sul web per difendere il figlio indagato per violenza sessuale di gruppo, sono state tante le voci [...]
Cronaca
21 aprile - 16:18
Sono stati analizzati 2.635 tamponi tra molecolari e antigenici. Oggi 22 casi tra over 60 e 25 contagi tra giovani e ragazzi in età scolare
Ambiente
21 aprile - 15:39
Per i portavoce dei biodistretti di Trento, Gresta e Valle dei Laghi il ddl promosso dall'assessora Zanotelli è da bocciare: ''I tempi [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato