Contenuto sponsorizzato

“Storie in scatola” per parlare di autonomia. “Allarghiamo lo sguardo dall'identità personale a quella di una comunità”

Nella settima puntata di “Autonomamente”, progetto del Museo storico di Trento in collaborazione con Iprase e diversi docenti di 7 istituti della provincia per avvicinare i ragazzi al tema dell'autonomia, la docente di una classe del Don Milani di Rovereto ci racconta il lavoro fatto con una ventina di studenti provenienti da tutto il mondo. "La storia in scatola permette di intrecciare la grande Storia con le vicende personali e familiari"

Di Davide Leveghi - 09 ottobre 2020 - 19:03

ROVERETO. “Abbiamo colto la sfida lanciataci dal Museo storico: portare le 'storie in scatola' in una scuola superiore. Una sfida che pensiamo di essere riusciti a vincere, come dimostrato dal coinvolgimento dei ragazzi”. E' soddisfatta la docente di diritto del Don Milani di Rovereto Loretta Barberi. Il buon risultato ottenuto dall'iniziativa messa in pratica nell'ambito di “Autonomamente”, progetto promosso da Fondazione Museo storico con Iprase per avvicinare i ragazzi al tema dell'autonomia, è stato un riconoscimento della bontà dell'approccio: per parlare di autonomia agli studenti delle superiori è più utile partire dagli studenti stessi, mettendo da parte, almeno per un momento, la storia istituzionale.

 

Svolto in una classe 2a assieme alla collega di lettere Benedetta Vivaldelli, il progetto ha visto i ragazzi confrontarsi con un “pezzo” della propria storia personale e familiare. Messo in una scatola e portato all'attenzione dei compagni, l'oggetto scelto come fonte è stato poi presentato alla classe. Il tutto, “nonostante il lockdown”. Cominciata prima della chiusura per l'emergenza Coronavirus, infatti, la “storia in scatola” è stata portata a termine con il benestare degli studenti proprio in modalità a distanza.

 

Il Covid, come avvenuto per la didattica in generale, è stato infatti un ostacolo non da poco per un progetto, come “Autonomamente”, capace di intercettare il bisogno di parlare d'autonomia evitando un approccio classico – e forse poco stimolante – di tipo istituzionale. Questa almeno è la finalità che Museo storico e Iprase hanno condiviso con i docenti di 7 scuole sparse per il Trentino.

 

La nostra partecipazione nasce in virtù della peculiarità della classe scelta – spiega Barberi – abbiamo cercato di leggere i suoi bisogni, visto che è caratterizzata per una grande multiculturalità. Ci sono ragazzi dell'Albania, della Romania, della Colombia, della Macedonia, della Thailandia. Della Libia e del Marocco. Non solo di seconda o terza generazione, ma anche neo-immigrati arrivati il primo anno senza sapere una parola di italiano”.

 

Da qui abbiamo raccolto la sfida di come parlare di autonomia – prosegue – con il progetto 'scuola in scatola' del Museo storico abbiamo messo assieme chi siamo come comunità classe e come comunità trentina. L'espediente metodologico è giusto, fa nascere il confronto. I ragazzi hanno costruito la propria scatola, vi hanno inserito la fonte, capendo cosa significhi partire dalla storia familiare o personale per passare a quella collettiva. C'è chi ha portato un oggetto, chi una foto, chi dei documenti storici”.

 

Dopo una lezione tenuta dal ricercatore del Museo storico Tommaso Baldo sulla fonte storica, gli studenti della 2a del Don Milani tecnico-turistico hanno messo così in pratica gli insegnamenti, portando con sé degli oggetti con “una storia dietro”. “Siamo soddisfatte perché tutti hanno mostrato grande autonomia – spiega – non hanno avuto bisogno d'aiuto, da soli si sono arrangiati e hanno dimostrato d'aver riflettuto su loro stessi. La restituzione è stata positiva. D'altronde sono convinta che per fare scuola bene al centro ci debba essere lo studente”.

 

Il percorso, nondimeno, appare appena cominciato. “Riaggiusteremo il tiro quest'anno. Prenderemo le storie personali e le contestualizzeremo. Così si passa dalla vicenda dei ragazzi ad un allargamento sull'identità di una comunità. Una comunità di classe prima e poi la comunità dell'autonomia trentina. Alla fine dell'esperienza, per ora, abbiamo fatto un questionario in cui i ragazzi hanno espresso un gradimento altissimo”.

 

Parlare in questo modo ai ragazzi dell'autonomia, allora, funziona? “Io credo sia la chiave vincente – conclude – da insegnante di diritto so che per programma nel triennio devo parlare delle istituzioni autonomistiche. Ragionare sull'autonomia come fatto identitario e di relazione è quindi un buon modo, perché partendo dal personale si può esplorare la coltura collettiva come incrocio di percorsi personali”.

 

Questa è la settima puntata di "Autonomamente", progetto organizzato da Fondazione Museo Storico in collaborazione con Iprase, in cui Euregio Media Group svolge il ruolo di media partner. Le puntate precedenti sono consultabili nella sottocategoria "Autonomamente".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 gennaio - 05:01

L’anomalia dei tamponi molecolari: con una parità quasi perfetta dei test eseguiti (13.892 a Trento, 13.764 a Bolzano) i positivi rilevati dall’Alto Adige sono il triplo di quelli trentini dove, in 10 giorni, si dichiarano appena 567 contagi. Dai casi fantasma ai macroscopici errori dell’Iss (che dovrebbe controllare le Regioni), pare impossibile avere un quadro puntuale dell’evoluzione epidemiologica

16 gennaio - 19:43

Sono 333 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 46 pazienti sono in terapia intensiva e 45 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi di cui 6 in ospedale

16 gennaio - 17:59

Fugatti esulta: “Grazie ad un Rt sotto l’1 il Trentino rimane in zona gialla”, ma in conferenza stampa deve spiegare. Nel monitoraggio settimanale dell’Iss l’Rt del Trentino è indicato all’1.01. Nel frattempo Luca Zaia, nonostante un Rt di 0.96, ha chiesto e ottenuto di finire in zona arancione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato