Contenuto sponsorizzato

"Da un anno e mezzo lavoravo a questo progetto, è un sogno che si realizza", storia di Elvis dall'Albania alla sfida della pizza gourmet

Ingredienti genuini, a km 0 e impasto a base di lievito madre: è questa la proposta della pizzeria Chef in Largo Carducci nella sua versione rinnovata con dieci pizze "d'autore". Il proprietario è Elvis Abdushi, di origini albanesi e in Italia da 18 anni

Di Cinzia Patruno - 06 ottobre 2017 - 18:12

TRENTO. Arrivato in Italia 18 anni fa per seguire parte della sua famiglia che dall'Albania si era spostata in Piemonte, Elvis aveva appena 16 anni ma le idee ben chiare: dedicarsi alla cucina e alla pizza italiana. "L'idea iniziale – racconta Elvis - era quella di imparare le basi della cucina italiana e soprattutto della pizza per poi tornare in Albania. Le cose però si sono evolute, mi sono spostato a Trento dove, nel 2010, ho aperto con mio fratello e mia sorella una pizza al taglio in Clarina. Ha passato tanti anni a Trento, sono nati i miei bambini e ormai mi sento a casa". Nel 2012, ha aperto una pizzeria al taglio in largo Carducci, con una grande ambizione: creare un locale intimo in cui coccolare i propri ospiti con un'offerta diversa dal solito, con ingredienti di altissima qualità. Dopo un anno e mezzo di lavoro, e un importante dodicesimo posto conquistato da Elvis al Campionato mondiale della pizza che si è tenuto a maggio a Parma, la pizzeria Chef è pronta a partire.

 


 

Ad Elvis si legge la soddisfazione negli occhi, mentre parla delle nuove pizze che ha creato partendo da una base comune e sbizzarrendosi con gli ingredienti più particolari per trovare un equilibrio. Il nuovo menù della pizzeria Chef include dieci pizze gourmet, la cui base è una classica margherita con farina macinata a pietra, lievito madre, salsa di pomodoro e mozzarella fiordilatte, e sulla quale vengono adagiati ingredienti freschissimi e preparati al momento. La preparazione espressa dei prodotti freschi, delle pizze gurmet richiede una ventina di minuti d'attesa, ma il risultato è sorprendente. Tra le proposte più curiose una pizza con scampi, pomodorini confit e julienne di zucchine o una pizza ispirata alla parmigiana di melanzane nella sua antica versione siciliana, con granella di cacao.

 

Ma il vero vanto di Elvis è il lievito madre che, al contrario del classico lievito di birra, consente di avere un impasto leggero e facilmente digeribile. Questo lievito necessita, però, di cure continue. "Mia moglie mi prende in giro perché il lievito madre è il mio terzo figlio. Lo chiamo Vito, perché dà vita alle mie pizze".

 

Una predilezione per i prodotti locali e stagionali. Gli affettati provengono dalla salumeria Cainelli di Sopramonte. "Ho preferito – continua Elvis – adottare i prodotti di una azienda piccola, della quale apprezzo molto la lavorazione artigianale delle carni che sono rigorosamente trentine". Un occhio di riguardo anche alle bevande, con birre artigianali del birrificio Labi di Rosà, in provincia di Vicenza, e una carta dei vini tutta trentina.

 


 

Elvis ha una clientela affettuosa e affezionata, alla quale si ispira nella creazione delle pizze. Il suo menù include pizze vegetariane e, su richiesta, propone pizze senza latticini o uova per soddisfare i clienti vegani. "Non sono ancora riuscito a trovare l'equilibrio giusto per una pizza gourmet che sia vegana, ma ci sto pensando. Per i miei clienti vegetariani o vegani propongo pizze ricche di verdure, rigorosamente stagionali".

 

La pizza di qualità, ormai è sempre più una realtà anche in Trentino, dove la proposta di locali che offrono pizze elaborate con ottimi ingredienti e abbinamenti insoliti sta prendendo sempre più piede. La concorrenza, però, non spaventa Elvis: "La concorrenza non deve far paura, è uno stimolo a fare meglio. Sono felice se qualcuno fa qualcosa in più - conclude - lo prendo come esempio per migliorarmi".

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 febbraio - 15:18

Se l'Rt è inferiore a 1 ma il rischio calcolato sui 21 indicatori risulta essere ''Alto'' si entra comunque in arancione, come questa settimana dovrebbe essere successo a tre regioni: Lombardia, Piemonte e Marche. Queste vanno ad aggiungersi alle confermate Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Toscana, Provincia autonoma di Trento e Umbria. Potrebbe esserci la prima regione bianca mentre una diventa rossa

26 febbraio - 12:36

Continua a correre il contagio da Coronavirus in Alto Adige. Sono 350 le persone risultate positive nelle ultime 24 ore. Ancora pesante il bilancio dei decessi. Con gli ultimi 7 il numero di vittime in questa seconda fase sale a 730

26 febbraio - 12:16

Gli agenti hanno verificato che i giovani non indossavano la mascherina e non rispettavano le distanze

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato