Contenuto sponsorizzato
Attualità

Un'Italia divisa in due: mentre le nevicate sulle Alpi hanno aiutato le riserve idriche al Nord, in Appennino la stagione non è mai partita

Il nuovo aggiornamento sulla condizione della riserva idrica nivale in Italia realizzato da Fondazione Cima evidenzia un'Italia divisa in due: mentre sulle Alpi la riserva nivale è rientrata nella media del periodo, sugli Appennini la situazione resta drammatica

Di Michele Argenta | 14 maggio | 19:00
Questo articolo si rispecchia nei nove punti del Manifesto,
di cui il Comitato scientifico dell’AltraMontagna è garante.

Il nuovo aggiornamento sulla condizione della riserva idrica nivale in Italia realizzato da Fondazione Cima arriva come sempre puntale a inizio mese. Trovate gli articoli precedenti qui.

 

A livello nazionale durante i mesi di marzo e aprile, le copiose in quota nevicate hanno portato ad un surplus importante (+42%) della riserva idrica nivale dopo due anni di deficit. La situazione non risulta omogenea su tutto il territorio nazionale: mentre le Alpi nelle ultime settimane hanno ricevuto abbastanza nevicate da riportare la riserva idrica a livelli normali, sugli Appennini la stagione si può dire che non sia mai partita. 


Deficit di Snow Water Equivalent (acqua contenuta nella neve) a livello italiano
Deficit di Snow Water Equivalent (acqua contenuta nella neve) a livello italiano

 

A Nord le riserve idriche sono sopra la media con un +44% nella portata del Po e un +77% nella portata del fiume Adige. Le riserve nivose di queste ultime settimane restano un toccasana per il nostro paese anche se la vera incognita resta l'arrivo di eventuali ondate di calore nei prossimi che determinerà l’omogeneità dello scioglimento della neve in quota e quindi il rilascio dell'acqua in falda e nei fiumi.

 

Lo studio della portata del fiume Tevere (-12% di portata rispetto alla media) ci può aiutare a comprendere come le riserve nivose dell’Appennino siano in grave deficit rispetto alla media del periodo. La situazione lungo tutto l’Appennino si configura come complessa con un deficit del -44% sulle portate del Sangro e addirittura -100% della portata del fiume Crati in Calabria.


Deficit di Snow Water Equivalent (acqua contenuta nella neve) - fiume Tevere
Deficit di Snow Water Equivalent (acqua contenuta nella neve) - fiume Tevere

 

Con maggio si chiude anche il monitoraggio, per questo 2024, delle riserve idriche nivali di Fondazione Cima, che riprenderanno questo autunno

 

SOSTIENICI CON
UNA DONAZIONE
Contenuto sponsorizzato
recenti
Ambiente
| 23 maggio | 13:31
Dozzine di corsi d'acqua in una remota area montuosa in Alaska sono diventati arancioni, destando curiosità nei frequentatori del parco e nelle popolazioni che vi abitano vicino, e preoccupazione nei ricercatori. Uno studio appena pubblicato spiega cosa sta succedendo
Cultura
| 23 maggio | 12:00
Parla di scarponi, piccozza e ramponi la nuova puntata di “Alpigrafismi”, il podcast de L’AltraMontagna, scritto, raccontato e prodotto dall’illustratore Andrea Bettega: "Un racconto antologico tra pagine di letteratura, analisi di opere artistiche, spezzoni di film, manifesti pubblicitari, e tutto quello che è stato prodotto dalla cultura pop riguardo le terre alte"
Cultura
| 23 maggio | 09:00
Giovedì 23 e venerdì 24 maggio l'università della Sorbona di Parigi ospiterà un convegno internazionale dedicato allo scrittore asiaghese e intitolato: "La questione ecologica nell'opera di Mario Rigoni Stern all'era dell'antropocene"
Contenuto sponsorizzato