Contenuto sponsorizzato

Una legge di bilancio positiva per la nostra Autonomia

Dalla proroga del certificato antimafia per le aziende agricole alla norma delle street food passando dalla proroga al 2020 sull’entrata in vigore della direttiva Bolkestein. Molte le misure che incidano positivamente sulla vita delle famiglie e sull’attività delle piccole imprese, sul settore agricolo, sul piccolo commercio
DAL BLOG
Di Franco Panizza - 20 dicembre 2017

Segretario politico del Patt e Senatore nella XVII legislatura 

Esprimiamo la nostra soddisfazione per l’esito dei lavori in Commissione alla Camera sulla Legge di Bilancio. Dopo le importanti norme approvate in Senato, in particolare le competenze per le grandi concessioni idroelettriche, il riconoscimento dei fondi previdenziali e sanitari regionali e il recupero di consistenti risorse derivanti da arretrarti per il bilancio provinciale, ulteriori proposte degli autonomisti sono state accolte e si accingono a diventare legge.

 

Innanzitutto viene disciplinato il termine per la presentazione del certificato antimafia per le imprese agricole che beneficiano dei contributi europei. L’obbligatorietà non si applica alle erogazioni relative alle domande di fruizione di fondi europei presentate prima del 19 novembre 2017. Tali disposizioni, limitatamente ai terreni agricoli che usufruiscono di fondi europei per importi non superiori a 25.000 euro, non si applicano fino al 31 dicembre 2018.

 

Sempre sull’agricoltura, c’è la norma sullo street food grazie alla quale gli agricoltori potranno vendere anche nei mercati contadini gli alimenti prodotti e i frutti della loro terra e quella, altrettanto importante, sulla possibilità anche per le Province Autonome di poter istituire i distretti del cibo.

 

Un’altra misura, particolarmente attesa, è quella che, dopo 20 anni, rivede le soglie di reddito per considerare un familiare a carico ed ottenere quindi le relative agevolazioni fiscali. Anche grazie al nostro impegno è stata portata dal 2840 ai 4000 euro, con un beneficio per le famiglie e il loro potere d’acquisto.

 

Ma è importante anche la nuova proroga al 2020 sull’entrata in vigore della direttiva Bolkestein per i commercianti ambulanti, un tema che però merita d’essere risolto una volta per tutte, con l’esclusione definitiva di questa categoria dall’approvazione della direttiva, proprio come avviene in tutti gli altri paesi europei, con la sola eccezione dell’Italia e della Spagna.

 

Credo che tutte queste misure incidano positivamente sulla vita delle famiglie e sull’attività delle piccole imprese, sul settore agricolo, sul piccolo commercio. Questa ultima legge di Bilancio ha il merito di puntare su alcuni specifici settori, con l’obiettivo di dare ulteriore impulso al trend positivo della nostra economia. C’è ancora tanta strada da fare, perché i colpi che la crisi ha inferto al nostro sistema economico e produttivo sono stati durissimi, ma la direzione intrapresa in questi anni è stata quella giusta. Bisogna riconoscerlo e darne atto ai Governi che si sono succeduti, alla maggioranza, al contributo costruttivo che, come autonomisti trentini e sudtirolesi, abbiamo sempre provato a mettere in campo con molti risultati positivi. A cominciare da quelli che in questi anni hanno riguardato la tutela e la crescita della nostra autonomia, che mai come in questa legislatura è stata garantita e valorizzata.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 gennaio - 18:58

Gli studenti della classe terze dell'Arcivescovile  hanno scritto una lettera alla senatrice a vita per chiederle dei consigli su come affrontare i messaggi, d'odio sempre più frequenti nel mondo d'oggi. Dopo due settimane è arrivata la risposta di Liliana Segre 

27 gennaio - 12:31

Il leader carismatico della Lega ha provato il tutto per tutto in queste settimane di campagna elettorale cercando di raccattare anche l'ultimo voto tra citofoni, accuse di spaccio a negozianti, felpe di piloti morti, retorica del dolore (con Bibbiano che lo ha ripagato votando al 40% per il solo Pd). Ha schierato parlamentari e amministratori (anche trentini compreso il presidente della Provincia Fugatti), scattato e fatto scattare migliaia di selfie ma alla fine la gente ha riempito le urne 

27 gennaio - 15:50

Sabato scorso è arrivata da Roma la richiesta di istituire a livello locale una task force di coordinamento delle attività che si faccia carico, tra l'altro, anche della comunicazione relativa all’emergenza

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato