Contenuto sponsorizzato

Condannato per l'incendio in un deposito di mezzi agricoli, vigile del fuoco viene assolto in appello

Il giovane pompiere si era sempre dichiarato innocente. Nella sentenza di primo grado era stato condannato a due anni con sospensione condizionale della pena. Mercoledì l'assoluzione 

Pubblicato il - 11 luglio 2019 - 17:17

TRENTO. Era stato ritenuto responsabile di un incendio avvenuto nel febbraio del 2017 che aveva distrutto un deposito di mezzi agricoli, causando ingenti danni. Per questo un vigile del fuoco di Roverè della Luna era stato condannato in primo grado a due anni con sospensione della pena.

 

Mercoledì però, la sentenza d'appello ha stravolto la prima decisione: il vigile è stato completamente assolto e tutte le accuse e ombre cancellate.

 

La vicenda aveva creato molto scalpore anche nella comunità dei vigili del fuoco soprattutto dopo le indagini portate avanti dai carabinieri che avevano visto anche l'esecuzione di un provvedimento di perquisizione personale e locale del giovane del corpo volontario di Roverè della Luna. (QUI L'ARTICOLO)

 

Il ragazzo si era fin dall'inizio dichiarato innocente e aveva ricevuto l'appoggio di numerosi residenti di Roveré della Luna e anche di diversi suoi colleghi pompieri che avevano anche testimoniato parlando del comportamento tranquillo del giovane.

 

Proprio per questo dopo la sentenza di primo grado si era deciso seguire la strada dell'appello. Mercoledì in aula le accuse sono completamente cadute. Il giovane vigili del fuoco è stato pienamente assolto.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 ottobre - 04:01

In queste ore i vertici dell'Ordine dei medici sono scesi in campo per evidenziare preoccupazioni, riportare perplessità e criticità del sistema, ma anche proposte per migliorare la situazione in questa fase delicata della seconda ondata di Covid-19. Un settore attenzionato è quello delle Rsa

27 ottobre - 20:24

Recentemente la Pat ha modificato i criteri dell'isolamento della classe: 2 alunni per il primo ciclo dell'infanzia, 1 studente negli istituti superiori. I pediatri: "Sono decisioni politiche. I minorenni sono spesso asintomatici e pauci-sintomatici e questo è rassicurante dal punto di vista del decorso della malattia, ma comunque c'è un fattore di rischio legato alla contagiosità che poi può arrivare in famiglia"

27 ottobre - 20:09

Tra i nuovi contagiati, 146 persone presentano sintomi, 3 casi sono ricondotti alla fascia d'età 0-5 anni, 15 positivi invece tra 6-15 anni, mentre 30 infezioni riguardano gli over 70 anni. Ci sono inoltre 33 nuovi casi tra bambini e ragazzi in età scolare

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato