Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, contagi in altre 4 scuole altoatesine. La Provincia: ''Gli istituti gestiscono con professionalità una notevole pressione''

La Provincia di Bolzano informa che gli istituti hanno adottato tutte le procedure previste e hanno seguito le indicazioni stabilite dall’Azienda sanitaria per garantire la tutela della salute degli studenti e del personale scolastico

Di Luca Andreazza - 30 settembre 2020 - 18:18

BOLZANO. Sono stati accertati altri positivi in 4 istituti altoatesini. Un positivo da coronavirus alla scuola primaria Rosmini di Bressanone, alla scuola primaria Don Bosco di Bolzano, all'Itcata e Delai e all'Istituto scolastico superiore De Medici di Bolzano.

 

La Provincia di Bolzano informa che gli istituti hanno adottato tutte le procedure previste e hanno seguito le indicazioni stabilite dall’Azienda sanitaria per garantire la tutela della salute degli studenti e del personale scolastico.

 

Le famiglie e gli allievi interessati hanno ricevuto informazioni dalle scuole sul proseguimento delle lezioni e saranno contattate direttamente  dall’Asl per le procedure previste. Ulteriori passi saranno eventualmente compiuti in accordo tra l'Azienda sanitaria e le direzioni scolastiche.

 

"In questo periodo - commenta la Provincia altoatesina attraverso una nota - tutte le scuole lavorano con grande impegno affinché sia garantito agli studenti il diritto all’istruzione e che ciò avvenga in un ambiente sano e sicuro per tutti i presenti negli istituti. I dirigenti, gli insegnanti e il personale amministrativo gestiscono con professionalità una situazione mutevole e caratterizzata da una notevole pressione. In questo panorama è fondamentale la collaborazione e la comunicazione con le famiglie e gli studenti più grandi, che i dirigenti assicurano attraverso gli appositi canali".

 

La situazione è molto fluida, questa mattina è stata comunicata la positività al coronavirus di una studentessa del liceo sociale di Brunico (Qui articolo), ma questi casi seguono una serie di contagi sparsi un po' su tutto il territorio altoatesino. A Merano un focolaio era stato individuato all'istituto superiore Gandhi, la prima struttura costretta a chiudere completamente da quando è ripartita la scuola in regione.

 

Torna a salire il numero dei positivi nella Provincia di Bolzano, se ieri (29 settembre) i contagi erano stati solo 8 (su 984 tamponi), nelle ultime 24 ore sono stati rilevati 17 nuovi casi. Ben 1.797 tamponi effettuati per un rapporto contagi/tamponi che si attesta allo 0,9% (Qui articolo).

 

Sono invece 37 i nuovi contagiati in Trentino, compreso 1 minorenne. Non ci sono stati aggiornamenti sul comparto scolastico, mentre a ieri sono state segnalate 25 classi messe in quarantena perché sono stati riscontrati alunni positivima 9 di queste hanno già terminato il periodo di isolamento mentre le altre 16 dovrebbero concludere questa misura tra pochi giorni (Qui articolo).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 ottobre - 04:01

Una ricerca dell'Ispi, l'Istituto per gli studi di politica internazionale prova a valutare dati alla mano l'ipotesi dell'isolamento per fasce d'età. Secondo una proiezione, imponendo un lockdown ai soli over 80 la mortalità da Covid verrebbe dimezzata, mentre l'isolamento per gli over 60 diminuirebbe di 10 volte la letalità del virus. Le criticità però non mancano

30 ottobre - 20:13

Ci sono 127 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 12 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 222 positivi a fronte dell'analisi di 2.861 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,6%

30 ottobre - 18:15

La misura introdotta per evitare assembramenti: l’1 e il 2 novembre i cimiteri di tutto il Trentino rimarranno chiusi. Fugatti: “L’azienda sanitaria ci segnala un rischio aumento dei contagi sugli anziani, una settimana dopo le feste di Ognissanti”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato