Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, il Comune di Trento chiede compatto alla Pat ''un cambio di strategia per battere il virus'' e lancia il piano di rilancio per la città

Sono tre i documenti che sono stati approvati ieri sera in comune e che vendono richieste che palazzo Thun può adottare autonomamente ma anche interventi da parte della Provincia. Dalle opposizioni si chiedono maggiori controlli sul territorio e la sanificazione delle strade

Pubblicato il - 17 April 2020 - 12:56

TRENTO. “Ci deve essere un vero e proprio cambio di strategia se vogliamo veramente debellare il coronavirus” è questo il messaggio che è arrivato ieri sera dal Consiglio comunale di Trento rivolto alla Provincia. In un documento presentato dal gruppo del Patt, a firma di Pattini, Stanchina e Uez, e poi sostenuto con 23 voti si chiedono dati certi e soprattutto iniziative concrete che possono da un lato aiutare i cittadini e dall'altro sostenere chi combatte in prima linea il virus e anche chi ha il compito di adottare interventi per farci uscire da questa situazione.

“Ancora oggi – viene spiegato dai consiglieri nel dispositivo approvato e proposto dal Patt - non sappiamo realmente quanti guariti ci sono stati e quanti contagiati, perché non vengono testate con tamponi tutte le persone in isolamento domiciliare”. Le stime effettive, viene spiegato,  si presume non siano quelle rilevate per la scarsità di tamponi effettuati e i valori esatti, sarebbero invece, viene spiegato, dieci volte superiori agli attuali dati. Per quanto uno dei punti principali è la richiesta di più tamponi e test sierologici

 

Nel documento si cerca però di dare delle indicazioni alla Provincia e all'Azienda Sanitaria attraverso una richiesta di sollecitazione da parte del sindaco. Si chiedono quindi l'introduzione di App sui cellulari per il tracciamento delle persone e per migliorare le comunicazioni con le aziende sanitarie come avviene in Emilia Romagna, Veneto e Lombardia oppure per fra conoscere la capienza attuale dei trasporti pubblici e tanto altro. Si chiede inoltre un maggior uso dei tamponi e di un intervento per affrontare il problema delle Rsa.

 

Accanto a questo documento, però, sottoforma di emendamento ne è stato approvato anche un'altro che entra più nel dettaglio sugli interventi da mettere in campo  e appoggiato da Pd, Patt, Futura, l'Altra Sinistra, Cantiere democratico, InMovimento e Onda Civica.

 

Qui il documento

 

 

 

Tra i tanti aspetti che si possono ritrovare nel testo, viene chiesto l'intervento del sindaco che, coinvolgendo il Consorzio dei Comuni, dovrà attivarsi affinché vengano adottati appositi provvedimenti normativi che consentano ai Comuni di approvare in corso d‘anno provvedimenti di natura tributaria e tariffaria con l’utilizzo dell’avanzo di bilancio che si conoscerà ufficialmente a metà maggio. 

 

Sempre alla Provincia viene chiesto di confermare il differimento delle scadenze di pagamento di tariffe e tributi e il differimento del pagamento al dicembre 2020 della rata trimestrale di aprile 2020 e successive della tariffa sui rifiuti (TA.RI.).

 

Vi è poi il punto che riguarda la ripartenza nel quale si chiede, sempre in accordo e sinergia con la Provincia di Trento di riavviare, appena possibile, i cantieri legati ai lavori pubblici, nel rispetto delle normative sanitarie in vigore; si richiede di riaprire i mercati contadini prevedendo protocolli di sicurezza in linea con quelli richiesti nei negozi di alimentari e di permettere di fare la spesa all’interno del comune, ma non necessariamente nel supermercato più vicino, pur in un’area territorialmente delimitata.

 

Maggiori risorse vengono richieste anche per Trentino Trasporti per individuare misure straordinarie che, in linea con i provvedimenti che verranno presi dallo Stato, permettano di garantire la sicurezza del personale e degli utenti.

 

Un intervento economico viene chiesto all’assessorato all’Istruzione provinciale per aiutare le famiglie, che hanno necessità, nell’acquisto delle strumentazioni informatiche (Personal Computer e altri accessori) in modo da permettere a tutti gli studenti di connettersi da casa e seguire le lezioni. 

 

Il patrimonio patrimonio culturale ed artistico di Trento deve essere tutelato per il suo valore economico, educativo, sociale e per questo serve un piano strategico di rilancio e ripartenza di tutto il settore. Non manca l'attenzione per il mondo dello sport con la richiesta di  valutare la possibilità di prevedere un sostegno economico una tantum con uno stanziamento aggiuntivo per i contributi erogati alle società sportive per la gestione ordinaria in base alle risorse che si renderanno disponibili a bilancio

 

Spazio poi alla questione degli affitti con la richiesta di aumentare lo stanziamento per il contributo al canone di affitto per il 2020 per coprire, se possibile, tutte le richieste pervenute nel 2019 e che saranno raccolte nel 2020. Tra i punti approvati nel documento di maggioranza, anche quello di facilitare e sostenere quegli enti ed associazioni di volontariato che hanno avuto spese impreviste per far fronte all'emergenza.

 

Approvato, infine, un documento presentato dall'opposizione di centro destra al cui interno sono previsti dei punti che sono stati condivisi con il resto del consiglio a partire dal mantenere il massimo livello di controllo per le vie della città da parte della polizia locale e le altre forze dell'ordine ma anche la richiesta di mettere in campo misure volte a sanificare le strade e piazze di Trento.

 

Viene ripresa la richiesta, rivolta al sindaco, di attivarsi nei confronti della Provincia affinché, con propri provvedimenti consenta alle Amministrazioni comunali le riduzioni tributarie e tariffarie reputate opportune.

 

Infine, tra i punti approvati, anche la dilazionare dei pagamenti degli affitti di immobili del Comune o gestiti da Itea, e stralciare i pagamenti per i mesi di forzata inattività/sospensione, per associazioni di volontariato, negozi ed esercizi pubblici.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 aprile - 15:55
La Giunta provinciale ha dato il via per il percorso organizzativo, amministrativo e di comunicazione necessario per l'apertura delle scuole [...]
Cronaca
23 aprile - 15:08
Sul posto si sono portati i vigili del fuoco di Levico Termine e di Pergine che grazie all'intervento immediato sono riusciti a contenere le fiamme [...]
Cronaca
23 aprile - 13:30
Da lunedì praticamente tutta Italia tornerà gialla e il Governo ha dato un via libera a moltissime riaperture ma per le regioni non è [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato