Contenuto sponsorizzato

Coronavirus in Trentino, focolaio alla Rsa di Baselga di Pinè: ''Situazione sotto controllo ma fonte di preoccupazione''. Ecco i 13 Comuni dove sono avvenuti i contagi

Nel rapporto odierno, la Provincia specifica che 3 sono minorenni, mentre 30 riguardano una Rsa. Sono 26 le classi attualmente in quarantena. E' alta la preoccupazione per quanto riguarda il focolaio nella casa di riposo, ma in generale sale l'attenzione per un continuo aumento dei contagi 

Di Luca Andreazza - 05 October 2020 - 19:50

TRENTO. Ci sono 6.846 casi e 471 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 1.204 tamponi, 49 i test risultati positivi per un rapporto contagi/tamponi che si attesta al 4% (Qui articolo). 

 

Sono 17 i pazienti che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero, nessun si trova in terapia intensiva ma 3 cittadini si trovano in alta intensità. Sono 5.716 i guariti da inizio emergenza e 659 gli attuali positivi.

 

Nel rapporto odierno, lunedì 5 ottobre, la Provincia specifica che 3 sono minorenni, mentre 30 riguardano una Rsa a Montagnaga, frazione di Baselga di Pinè (22 ospiti e 8 operatori). Sono 26 le classi attualmente in quarantena (Qui articolo). E' alta la preoccupazione per quanto riguarda il focolaio nella casa di riposo, ma in generale sale l'attenzione per un continuo aumento dei contagi (Qui articolo). Tra i positivi c'è anche l'ex assessore Luca Zeni che è asintomatico: "Mi dispiace molto per i possibili disagi che potrei creare'' (Qui articolo). 

"Ci siamo subito attivati con la task force provinciale e c'è stata una suddivisione dei piani per circoscrivere la diffusione del contagio. La situazione - commenta il sindaco Alessandro Santuari - è sotto controllo ma chiaramente c'è un po' di preoccupazione e i monitoraggi sono costanti. Adesso procediamo a rimpinguare anche il personale operativo per far fronte a questa situazione. Cerchiamo di dare tutto il supporto necessario alla struttura e far sentire la vicinanza dell'amministrazione comunale nella gestione di questo momento".

 

Negli ultimi giorni sono stati registrati diversi casi in val di Cembra e così l'amministrazione provinciale ha deciso di riproporre il servizio a domicilio per la consegna dei beni di prima necessità quali medicina e spesa. 

 

Sono 25 i nuovi positivi a Baselga di Pinè che si porta a 58 casi da inizio epidemia, quindi altri 5 contagi sono avvenuti a Trento (1.027 casi). 

Ci sono 4 nuove infezioni a Pergine (302 casi) e Roverè della Luna (10 casi), mentre 2 si sono verificate a Lavis (159 casi) e Bedollo (19 casi).

 

E ancora 1 positivo a Rovereto (340 casi), Levico (148 casi) e Mezzocorona (104 casi), Cembra-Lisignago (58 casi), Predaia (31 casi), Tenna (12 casi) e Telve (8 casi).

 

Tassi di contagio. A Pellizzano è stato contagiato l'8% della popolazione, mentre a Pieve di Bono-Prezzo il 6,9%, segue Borgo Chiese a 6,6%. Poi Campitello di Fassa (6,2%), Bleggio Superiore (5,2%), Canazei (5%), Vermiglio (4,3%) e Mazzin (3,4%), Ledro (3,3%), Canal San Bovo e Predazzo (3%), Valdaone, Nomi Storo (2,8%), SpiazzoCavedago e San Giovanni (2,6%). 

 

E ancora Sella Giudicarie, Cembra Lisignago Castello-Molina di Fiemme (2,5%), Pinzolo Drena (2,4%), CaderzoneSoragaCastel Condino Giustino (2,3%), Arco e Cavalese (2,2%), Cavedine (2,1%), DroTione e Bondone (2%). Il tasso a livello provinciale è di poco superiore all'1%. A Trento si registra 0,86%, Rovereto a 0,84%, Riva del Garda a 1,1% e Pergine a 1,4%.

 

Oggi, fortunatamente, non sono state registrate vittime. A Trento sono state 48 le vittime da inizio emergenza, 34 a Pergine Arco, 31 a Rovereto, 30 a Ledro. Sono 20 i morti a Predazzo, 17 a Riva del Garda, 16 a Dro Mezzolombardo e 13 a Cavedine Pieve di Bono-Prezzo, 12 a Pellizzano, 11 a Lavis, 10 a Borgo Chiese Nomi.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 January - 14:10

Nello stesso giorno un comunicato rassicurava i giornalisti anche spiegando che alcuni di loro sarebbero andati al web (affidato in questi giorni, invece, anche a colleghi dell'Adige e Alto Adige) mentre una lettera chiariva loro di non farsi illusioni. Oggi il primo incontro con i rappresentanti sindacali è andato malissimo e la proprietà ha messo a nudo sé stessa ribadendo modi e metodi non degni di quest'epoca e la provincia di Trento scopre cosa vuol dire essersi consegnati a un monopolio 

21 January - 12:08

La normativa trentina impugnata da Roma, nel modificare la legge provinciale 4 del 1998 in particolare per quanto riguarda le modalità e le procedure di assegnazione delle concessioni, secondo il governo “avrebbe ecceduto rispetto alle competenze riconosciute alla Provincia dallo statuto speciale di autonomia” e violato l’articolo 117, primo comma della Costituzione, che impone il rispetto del diritto europeo, e in particolare il principio della libertà di concorrenza 'per' il mercato”

21 January - 12:22

Le temperature inferiori e le deboli precipitazioni hanno dato vita al fenomeno del gelicidio, all'origine del maxi-tamponamento che nella prima mattinata ha completamente bloccato la statale della Valsugana in direzione di Trento. L'esperto di MeteoTriveneto Giampaolo Rizzonelli ne spiega il funzionamento

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato