Contenuto sponsorizzato

È positivo al Covid ma il codice per attivare Immuni arriva 13 giorni dopo: in pratica può tracciare solo la sua famiglia

Succede in Trentino dove una famiglia è risultata positiva al Covid a metà dicembre, il codice di Immuni però è arrivato solo ora (dopo la conferma della positività con il molecolare): sono passati 13 giorni dal primo tampone ma l’app effettua il tracciamento solo fino al 14esimo. La famiglia: “Siamo veramente delusi, se questa fosse la prassi l’app Immuni in Trentino sarebbe inutile”

Di Tiziano Grottolo - 31 December 2020 - 05:01

TRENTO. La grottesca vicenda che vede coinvolto Pietro e la sua famiglia porta alla luce tutti i difetti e le criticità del sistema di tracciamento trentino. Poco tempo fa avevamo affrontato la doppia disavventura capitata loro malgrado ai componenti della famiglia di Pietro, costretti in casa dopo essere risultati (quasi tutti) positivi al coronavirus. Ora però, a due settimane di distanza arriva anche la beffa.

 

Ricapitolando, lo scorso 16 dicembre Pietro risulta positivo al tampone antigenico rapido, stesso esito anche per sua moglie, con il forte sospetto che il virus sia arrivato in famiglia attraverso la scuola. Fin da subito la coppia si mette in quarantena e si adopera per avvisare i possibili contatti, i due telefonano anche alle Centrale Covid per richiedere il codice necessario per l’attivazione dell’app Immuni che servirebbe proprio per avvisare in maniera metodica i contatti, senza dimenticare nessuno.

 

Passano i giorni ma il codice, indispensabile per attivare l’app e che può essere fornito solo dall’Azienda sanitaria, non arriva. A 11 giorni di distanza (il 27 dicembre) entrambi vengono chiamati per effettuare il cosiddetto tampone di guarigione, che viene fatto con un molecolare. I referti arrivano, due giorni più tardi, il 29 dicembre. Pietro risulta positivo, mentre la moglie negativa. La donna, contagiata oltre ogni ragionevole dubbio, facilmente non risulterà mai nelle statistiche. Nella confusione generale dei dati infatti, mancando la conferma attraverso molecolare (risultato negativo), la donna con ogni probabilità non sarà mai conteggiata fra le persone effettivamente contagiate.

 

La beffa per Pietro consiste nel fatto che il referto di positività è accompagnato dal codice necessario per attivare il tracciamento dell’app Immuni. Sono passati ben 13 giorni dalla positività rilevata con il test antigenico, 15 dai primi sintomi. “Quando ho fatto la comunicazione della positività a Immuni – tramite il numero verde, spiega Pietro – mi è stata data la possibilità di incrociare i miei dati sui contatti degli ultimi 14 giorni. Peccato che praticamente questi giorni coincidano con il tempo in cui sono stato in quarantena, dalla mia positività, ovviamente, sono sempre rimasto in casa”.

 

In altre parole l’app Immuni è stata attivata solamente dopo la conferma arrivata con il tampone molecolare, peccato però che sia praticamente inutile visto che Pietro non può essere entrato in contatto con nessuno. In sostanza gli unici soggetti che l’app potrebbe tracciare fanno parte della stessa famiglia e vivono assieme. A questo punto viene da chiedersi se questa sia la prassi o se si tratti soltanto, per usare le parole del dirigente Giancarlo Ruscitti, di quell’1% cittadini che non vengono seguiti in maniera accurata e puntuale. Eppure lo stesso dirigente del Dipartimento salute e politiche sociali, in ottobre, assicurava a Il Dolomiti che l’App funzionava regolarmente.

 

“Sono veramente deluso ed esterrefatto – conclude Pietro – chiaramente non ha senso comunicare ora la mia positività per un eventuale tracciamento. Se questa fosse la prassi l’app Immuni in Trentino sarebbe inutile, tanto è vero che mia moglie, che ha avuto il tampone molecolare negativo, non ha mai ricevuto il codice per attivare il tracciamento. Di fatto per Immuni è un fantasma, mentre io sono una presenza inutile ai fini del tracciamento”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 settembre - 23:11
L'uomo è stato trovato ormai senza vita dai soccorritori dopo l'allarme lanciato dai familiari per un mancato rientro a casa. L'incidente è [...]
Cronaca
23 settembre - 19:36
Trovati 36 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 18 guarigioni. Sono 21 i pazienti in ospedale, di cui [...]
Cronaca
23 settembre - 19:02
Un minuto dopo il decollo da Folgaria si è verificato un guasto meccanico che ha determinato il distacco del portellone laterale destro. Il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato