Contenuto sponsorizzato

Campanile illuminato di rosa per il Giro, la protesta dell'Union de i Ladis d'Anpezo: ''E' il simbolo della nostra fede, ridotto come un arlecchino''

La presidente Elsa Zardini parla addirittura di ''giungere ad atti estremi per recuperare la dignità e il rispetto che gli spettano''. Il tutto mentre in ogni parte d'Italia i luoghi più belli e i simboli dei centri dove passerà la corsa più amata vengono illuminati nello stesso modo

Di L.P. - 11 aprile 2021 - 18:48

CORTINA. L'Union de i Ladis d'Anpezo contro il campanile illuminato di rosa per il Giro d'Italia, a Cortina.

 

La clamorosa protesta arriva direttamente dalla presidente Elsa Zardini che ha comunicato che ''siamo sinceramente dispiaciuti di vedere nuovamente il nostro campanile, simbolo della nostra fede, delle nostre radici religiose e dell’identità della gente d’Anpezo, usato a scopi pubblicitari e ridotto come un arlecchino. Tutto ciò - spiega la presidente dell'Union de i Ladis d'Anpezo - non fa parte della nostra cultura, fondata sul rispetto degli edifici religiosi. Ci chiediamo se dobbiamo giungere ad atti estremi per recuperare la dignità e il rispetto che gli spettano. Invitiamo l’Amministrazione Comunale ad usare il Municipio per tali scopi''.

 

Insomma, addirittura una minaccia piuttosto forte, con quegli ''atti estremi'' che non si sa bene a cosa si riferiscano. Quel che è certo è che in tutta Italia i monumenti più rappresentativi vengono colorati di rosa in questi giorni (in Trentino per esempio è stata illuminata anche la Campana dei Caduti di Rovereto, ma, solo per nominare qualche chiesa, a Novara è illuminata la Cupola di San Gaudenzio, a Biella il Battistero, a Canale il Campanile della Chiesa Parrocchiale di San Vittore, a Torino la Mole, a L'Aquila il Duomo) e riuscire a trovare il mondo di polemizzare anche su dei giochi di luce pare davvero esagerato.

 

Dall'altro lato, invece, permette di promuovere proprio le bellezze delle diverse località, valorizzandole, dando loro la ''possibilità'' di fare il giro del Paese tra fotografie, articoli di giornali e stupore dei passanti. Tanto per fare un esempio la Gazzetta dello Sport ha già inserito l'immagine del campanile di Cortina ''rosa'' in una paginata assieme ad altre località coinvolte nell'edizione 2021. 

 

Sono luoghi simbolici, sono capolavori storici, sono monumenti della comunità e il rosa del Giro non può certo essere scambiato per un vestito da ''arlecchino''. Comunque il Giro arriverà a Cortina il 24 maggio per la tappa numero 16 (la corsa partirà l'8 maggio a Torino e terminerà a Milano il 30 maggio). La speranza vera, in quest'epoca tanto complicata, è che la cittadinanza possa partecipare attivamente come negli anni pre-pandemia sperando che la curva del contagio sia stata abbattuta e le vaccinazioni abbiano raggiunto più persone possibili. 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 26 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 maggio - 19:13
Se da una parte i negozianti lamentano un calo della clientela nei giorni del concerto, a causa anche delle strade chiuse e [...]
Società
28 maggio - 19:02
La 37enne di Arco Francesca Morghen realizza prodotti con le copertine della celebre rivista, con cui ora è nata una collaborazione. Le [...]
Cronaca
28 maggio - 18:28
Da metà pomeriggio sono in azione i corpi dei vigili del fuoco in gran parte del territorio. A Trento, in via Brescia, un'auto è rimasta bloccata [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato