Contenuto sponsorizzato

Valdastico, Roma con la Serenissima va avanti con il progetto per Trento Sud? Rossi: ''La proposta di Fugatti è una colossale presa in giro''

L'ex presidente commenta il documento firmato il 3 aprile del 2020 da ministero delle infrastrutture e A4 che riporta ancora il tratto ''di interconnessione infrastrutturale tra la valle dell’Astico, la Valsugana e la valle dell’Adige''

Di Filippo Schwachtje - 01 October 2021 - 09:44

TRENTO. ''A questo punto, a maggior ragione, quanto stiamo vendendo in Trentino è una colossale presa in giro, è pura propaganda: sulla Valdastico Fugatti sta proponendo un progetto che vuole solo lui, bocciato dai Comuni, dagli imprenditori veneti, da tutti e che è anche in contrasto con quanto firmato l'anno scorso dal Ministero e dall'A4-Serenissima''. E' questo in sintesi quanto acquisito dall'ex presidente della Provincia di Trento e consigliere provinciale di Azione Ugo Rossi. Ed effettivamente a guardare le carte firmate il 3 aprile del 2020 del I Atto aggiuntivo alla Convenzione Unica del 2007 si legge, ancora, che il secondo lotto della Valdastico è il ''corridoio di interconnessione infrastrutturale tra la valle dell’Astico, la Valsugana e la valle dell’Adige, che in territorio trentino si contestualizza anche come collegamento tra la SS 47 Valsugana e la SS 12 dell’Abetone e del Brennero''.

 

Il tutto ''ai sensi di quanto stabilito dal Documento conclusivo dei lavori del Comitato paritetico tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, la Regione del Veneto e la Provincia Autonoma di Trento del 9 febbraio 2016, con il presente Atto il Concessionario si impegna a sviluppare la progettazione definitiva dello stesso entro due anni dall’approvazione, da parte del CIPE, del Documento conclusivo sopra richiamato''. 

 

Nel patto tra A4-Serenissima e Ministero, dunque, non figura l'ipotesi di sbocco in Vallagarina portata avanti dalla Giunta Fugatti ma si lavora sul vecchio tracciato. Quello che, a voler proprio fare la Valdastico-A31, almeno aveva un senso dal punto di vista del traffico, dei collegamenti e anche, in una qualche maniera, per l'ambiente come spiegavamo in questa analisi di confronto tra il tracciato con uscita a Trento Sud e quello dentro le valli di Terragnolo con uscita a Rovereto Sud.

 

 

“In sostanza – spiega Rossi – mentre Fugatti dice al Trentino che vuole realizzare la Valdastico con sbocco a Rovereto Sud, e a questo scopo mette mano addirittura ad una variante al Piano urbanistico provinciale, nel 2020 il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti firma insieme all'A4 un atto aggiuntivo al disciplinare della concessione tra l'Autostrada e lo Stato, all'interno del quale è riportato l'impegno di realizzare l'A31 con le logiche progettuali che erano contenute nell'accorso sottoscritto dalla Pat con Mit e A4 nel 2016”.

 

Nel documento, all'articolo 2, si specifica che l'intervento relativo alla Valdastico si articola in tre parti: “Il tratto da Vicenza a Piovene Rocchetta di 36 chilometri in servizio dal 1976, il tratto di completamento verso sud da Vicenza a Rovigo di 54 chilometri, la cui completa apertura al traffico è avvenuta nel mese di agosto 2015, il tratto di completamento verso nord tra Piovene Rocchette e l'A22 del Brennero in Provincia di Trento”. Tratto, quest'ultimo, a sua volta suddiviso in 2 lotti funzionali: “Il primo tra Piovene Rocchette e Valle dell'Astico, di 18,9 chilometri, il cui progetto preliminare è stato approvato in linea tecnica con delibera, e il secondo lotto funzionale, quale corridoi di interconnessione infrastrutturale tra le valle dell'Astico, la Valsugana e la valle dell'Adige”. 

 

Connessione che, si legge nuovamente nel documento, dovrà essere in sostanza un collegamento tra la statale della Valsugana e quella dell'Abetone, come stabilito nel Documento conclusivo dei lavori del Comitato paritetico tra il Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, la Regione Veneto e la Pat nel febbraio del 2016. “Fugatti sta in poche parole proponendo un progetto in contrasto con quanto firmato l'anno scorso a Roma – conclude Rossi – e impegnando il sistema Trentino nell'analisi di questa soluzione”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
20 ottobre - 12:16
Solo il 3,8% dei soggetti deceduti a causa del Covid aveva completato il ciclo vaccinale, in tre mesi sono stati 1.440 contro i 33.620 morti fra i [...]
Economia
20 ottobre - 09:31
Secondo Confesercenti gli studenti che escono dalle scuole alberghiere con un buon grado di formazione sono pochi e spesso manca la voglia di fare [...]
Società
20 ottobre - 11:13
Da Instagram a Facebook fino a TikTok: i maggiori social del pianeta 'censurano' le opere di nudo e i musei della capitale austriaca hanno deciso [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato