Contenuto sponsorizzato

Comunali, il Patt si sfila per le alleanze: ''Liberi da ogni vincolo. A Trento ottenuti risultati su sicurezza e sul tema Bondone''

Il segretario Marchiori spiega la linea che seguirà il partito in vista delle prossime elezioni del 2020 cercando uno spazio al centro che, al momento, pare non esistere

Di Luca Pianesi - 07 giugno 2019 - 20:00

TRENTO. Mani libere. Il Patt cittadino si è riunito per affrontare il tema ''elezioni comunali'' e ha voluto ribadire di ritenersi libero da ogni vincolo, pronto a dialogare con tutte le forze in campo. Un comportamento che rischia di isolare sempre di più il partito autonomista che rischia di vedersi soffiare temi ed elettori sia a destra che a sinistra sperando di parlare a un fantomatico centro che ormai non esiste più. Con la sempre più forte polarizzazione, in atto, di posizioni e politiche, infatti, è sempre più chiaro che i partiti che puntano al cosiddetto centro si stanno sgonfiando ad ogni livello (dal nazionale al locale) ma invece che prendere posizione il Partito autonomista manda il messaggio opposto. 

 

''Ritengo fondamentale che gli autonomisti si facciano interpreti di una linea innovativa per affrontare le comunali del 2020 - spiega Matteo Facchinelli della segreteria cittadina -. Spetta a noi riuscire a concretizzare questo ambizioso progetto nei prossimi mesi”. Presenti all’incontro del Direttivo della Sezione tutti i rappresentanti delle Circoscrizioni e del Comune con gli assessori Tiziano Uez e Roberto Stanchina e i consiglieri Dario Maestranzi e Alberto Pattini. Presenti anche i vertici del Partito: il segretario Simone Marchiori, il presidente Franco Panizza e l’ex presidente della Provincia Ugo Rossi.

 

Il Patt comunica che vuole presentarsi alle prossime elezioni ''con un progetto di ampio respiro in grado di rappresentare non solo gli autonomisti, ma tutti coloro che chiedono per il capoluogo proposte al passo con i tempi e con le nuove esigenze della popolazione''. In tal senso, il confronto che ne è seguito ha sottolineato il fatto che tutta la sezione si riconosce in questo percorso. “Rivendichiamo tutti i risultati ottenuti grazie all’impegno di tutto il nostro gruppo consiliare – prosegue Facchinelli - che è riuscito anche a far cambiare idea agli alleati in alcune circostanze. Sulla sicurezza, ad esempio, il Patt è stato il gruppo che più di tutti si è impegnato per dare risposte reali ed attuabili ai trentini, ma potremmo citare anche il grande lavoro sullo sviluppo Bondone e sul collegamento con la città, i risultati conseguiti dai nostri assessori nel campo dello sport, del turismo e del commercio. Un orgoglio per chi, come noi, cerca sempre di migliorare la nostra città, dandole al contempo identità e competitività”.

 

Insomma da un lato scaricato il resto della maggioranza sul tema ''sicurezza'' dall'altro pacche sulle spalle per il ''grande lavoro sullo sviluppo Bondone'' che, però, ad oggi è fermo a zero (tante chiacchiere, tanti incontri, ma di fatti ancora non se ne sono visti). E poi ancora un colpo alla maggioranza comunale di Trento: “Questa maggioranza si è più volte sfilacciata - ha concluso il segretario della sezione - restituendo alla città un’immagine non sempre positiva. Lo sbilanciamento a sinistra a cui si è assistito con il rimpasto di giunta arrivato nel 2018, poi, non ha di certo aiutato, anzi. Vogliamo ripartire dal nostro progetto e costruire in seguito le alleanze che garantiscano maggiormente la valorizzazione dell’autogoverno, anche in città, e la vicinanza alle persone, lontano dagli interessi di bottega o da approcci precostituiti”.

 

“Sia chiaro – ha specificato Marchiori – non pensiamo di essere autosufficienti, non vogliamo passare per presuntuosi, ma nel nostro gruppo abbiamo uomini e donne appassionati e impegnati che, a fianco di coloro che sono stati in amministrazione in questa consiliatura, possono fare la differenza. Vogliamo quindi costruire con tutte queste persone un percorso lontano da approcci ideologici o da vecchi schemi che porti alla città una ventata di novità. Vedremo in seguito se ciò potrà coincidere con le idee di altre forze politiche e, in caso, come strutturare un progetto comune”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 giugno 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 giugno - 16:13

L'allarme è scattato intorno alle 14, quando il terreno sotto i binari ha ceduto a Levico, all'altezza dell'hotel Brenta. Tecnici e operai all'opera per ripristinare la rete. Bus sostitutivi tra Levico e Caldonazzo

20 giugno - 14:04

Il mezzo era su Dro per intervenire per un malore venuto ad un escursionista sulla ferrata Che Guevara. Sul posto è stato subito mandato un altro mezzo mentre il Dauphin è atterrato in emergenza a Gaggiolo

20 giugno - 14:22

Il grande chef trentino si dedicherà a un altro progetto e così dal 17 luglio a guidare il ristorante della famiglia Lunelli ci sarà il ''miglior chef emergente d'Italia 2017''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato