Contenuto sponsorizzato

Da Fratelli d'Italia a Civica Trentina, ora Marika Poletti è il nuovo capo di gabinetto dell'assessore provinciale Mattia Gottardi

La nomina è avvenuta in questi giorni. Ad agosto dello scorso anno ha lasciato l'incarico di presidente di Fratelli d'Italia criticando alcune scelte del centrodestra. Si era avvicinata a Civica Trentina ed ora andrà a dirigere il gabinetto dell'assessore che si occupa di Enti locali e rapporti con il Consiglio provinciale 

Di G.Fin - 01 marzo 2019 - 19:09

TRENTO. Alla metà di agosto dello scorso anno aveva deciso di chiudere l'esperienza in Fratelli d'Italia in polemica anche con il senatore Andrea de Bertoldi. Marika Poletti aveva deciso di dare le dimissioni dal partito della Meloni non risparmiando critiche al centrodestra ma rimanendo al suo interno avvicinandosi a Civica Trentina.

 

Ora a meno di un anno di distanza sarà lei a rivestire uno dei ruoli chiave all'interno dell'amministrazione provinciale guidata da Maurizio Fugatti. Proprio in questi giorni, infatti, è stata nominata capo di gabinetto del neo assessore Mattia Gottardi a cui sono state affidate deleghe non di poco conto a partire da quella degli enti locali e riassetto istituzionale, i rapporti con i consorzi, gli usi civili e i rapporti con il consiglio provinciale (QUI ARTICOLO).

 

Una sorta di regalo di compleanno anticipato. Marika Poletti, 34enne, per diversi anni è stata militante di Alleanza Nazionale e conosce molto bene il mondo politico e istituzionale trentino. Ha guidato Fratelli d'Italia diventando alla fine l'unica donna a livello provinciale al vertice di un partito.

 

La decisione di prendersi una pausa dalla politica attiva era avvenuta lo scorso anno (QUI L'ARTICOLO). Dopo i primi vertici del centrodestra nei quali Maurizio Fugatti era stato indicato candidato presidente alle provinciali, aveva deciso di dire "Basta". La pausa è durata poco visto che Poletti ha scelto di dare una mano a Civica Trentina durante le elezioni.

 

Ha sempre fatto parte della destra trentina rappresentandone i principali valori. Non sono mancate le situazioni che l'hanno vista al centro di alcune polemiche. Tra queste l'ormai conosciuto tatuaggio al polpaccio quanto meno discutibile. Un tatuaggio che lei definisce una runa ma che è faticoso non confondere con una svastica nazista.

 

Dalla diretta interessata è arrivata la conferma della nomina a capo di gabinetto dell'assessore provinciale Gottardi. “Non ho null'altro da dire"  ha spiegato al telefono. 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 maggio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
12 maggio - 20:36
Trovati 71 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 60 guarigioni. Sono 859 i casi attivi sul territorio provinciale
Politica
12 maggio - 20:12
Bocciata la proposta di Futura per consentire di riaprire all’aperto anche ai circoli dell’associazionismo. Zanella: “Resta l’amarezza, la [...]
Politica
12 maggio - 19:44
La Provincia intende acquistare 2,8 milioni di quote di Itas Mutua. Sono emersi dubbi, in particolare da parte di Onda civica, Partito [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato