Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, Coppola: ''Avviare dei controlli con tamponi antigenici all’interno delle scuole che coinvolgano anche il personale scolastico e Ata''

Gli istituti superiori sono stati aperti in presenza al 50%, Lucia Coppola (Europa Verde): "Necessario sforzo di prevenzione a tutti i livelli per garantire ai nostri studenti una ripresa e continuazione dell’anno scolastico in sicurezza"

Di L.A. - 07 January 2021 - 17:18

TRENTO. "La didattica in presenza è importante", queste le parole di Lucia Coppola, consigliera provinciale in quota Europa Verde, che aggiunge: "Si spera che la scelta di ripartire sia effettivamente supportata da un potenziamento dei trasporti pubblici e da un controllo serrato anti-assembramento davanti agli istituti e alle fermati di bus e corriere".

 

Gli studenti delle superiori sono tornati a lezione per il 50% in presenza da giovedì 7 gennaio. Una decisione della Pat in deroga rispetto alla misura nazionale presa in accordo con Roma e inserita nell'apposita ordinanza del presidente Maurizio Fugatti. E' stato un tema caldo e le Regioni sembrano andare un po' in ordine sparso: Veneto e Friuli Venezia Giulia hanno già delineato che il rientro negli istituti è in agenda per febbraio con una revisione dei protocolli.

 

In Trentino c'è anche il Piano dedicato per quanto riguarda la mobilità: il sistema dei trasporti è stato potenziato con ulteriori 115 mezzi destinati ai percorsi extraurbani, 20 per le tratte urbane e 40 per il trasporto ferroviario.

"L’assessore Mirko Bisesti sostiene che in base ai dati sanitari che caratterizzano il quadro provinciale - dice Coppola - la scuola può ripartire. Si ritiene che sarebbe utile avviare una campagna di monitoraggio della circolazione del coronavirus negli istituti trentini che permetterebbe di avviare eventuali meccanismi di contenimento dell'epidemia. Avviare quindi dei controlli con tamponi antigenici in modo costante all’interno delle scuole che coinvolgano anche il personale scolastico e Ata".

 

Anche l'Alto Adige ha deciso per il ritorno nelle scuole superiori per una quota dal 50 al 75% dopo l'Epifania (Qui articolo). "La Provincia di Bolzano - spiega la consigliera provinciale - prosegue la sua intensa attività di screening per garantire in tutti gli istituti scolastici di ogni ordine e grado un monitoraggio settimanale su base volontaria per rilevare eventuali nuovi casi. A essere coinvolti attraverso un test antigenico settimanale 900 studenti e 300 insegnanti".

 

Non solo, la Provincia di Bolzano e l'Azienda sanitaria altoatesina hanno presentato un'iniziativa per individuare il virus: usare i cani per fiutare la presenza di Covid-19 (Qui articolo). "Sempre in Alto Adige è partito, prima di Natale, un progetto pilota che utilizza il test dell'antigene salivare. Più adatto ai bambini, questo test - evidenzia Coppola - verrà sperimentato in 2 classi di una scuola elementare di lingua tedesca di Chiusa e in 2 classi di una scuola elementare italiana di Bolzano. Si tratta di un nuovo metodo che è stato classificato come metodo di alta qualità anche dall'Istituto Spallanzani di Roma".

 

La consigliera provinciale chiede di mantenere alta l'attenzione. "Si ritiene che anche la Provincia di Trento potrebbe avviare uno screening che sarebbe molto importante per garantire un maggior controllo sanitario. Necessario sforzo di prevenzione a tutti i livelli per garantire ai nostri studenti una ripresa e continuazione dell’anno scolastico in sicurezza", conclude Coppola.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 luglio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
25 luglio - 20:11
Trovati 27 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 15 guarigioni. Ci sono 5 pazienti in ospedale, nessuno in terapia [...]
Cronaca
25 luglio - 19:34
La tragedia in val di Sole. Purtroppo un giovane è morto per un malore, nonostante le tempestive manovre dell'istruttore e l'uso del [...]
Cronaca
25 luglio - 18:37
Il sindaco di Pinzolo, Michele Cereghini: "Per fortuna non ci sono feriti. Adesso procediamo con la somma urgenza per la messa in sicurezza e per [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato