Contenuto sponsorizzato

Il trentino Battiston rimosso dalla presidenza dell'Agenzia spaziale: ''E' il primo spoil system di Ente di ricerca''

Figura stimata in tutto il mondo e di grande caratura è stato rimosso dopo che a maggio era stato confermato fino al 2022. Lui spiega: ''Oggi il Ministro Bussetti con mia sorpresa mi ha comunicato la revoca immediata dell’incarico di Presidente Asi''

Pubblicato il - 06 novembre 2018 - 13:13

ROMA. ''È il primo spoil system di Ente di Ricerca". Così il trentino Roberto Battiston, dal 2014 presidente dell'Agenzia spaziale italiana sulla sua revoca dall'incarico. Con un Tweet ha spiegato quanto accaduto quest'oggi: un fulmine a ciel sereno per una delle più grandi eccellenze nel panorama mondiale in materia. "Oggi il Ministro Bussetti - ha scritto Battiston - con mia sorpresa mi ha comunicato la revoca immediata dell’incarico di Presidente Asi. È il primo spoil system di Ente di Ricerca. Grazie alle migliaia di persone con cui ho condiviso quattro anni fantastici di spazio Italiano".

 

 

 

E pensare che il suo mandato era stato rinnovato solo nel maggio scorso (con un decreto per decisione della ministra per l'istruzione, Valeria Fedeli, al termine di una procedura di selezione iniziata il primo febbraio) e che sarebbe scaduto nel 2022. Ma ormai da tempo il governo targato Salvini-Di Maio ha mostrato di voler ''piazzare propri uomini'' laddove possibile a partire dalla partita per la presidenza della Rai (dova alla fine l'ha spuntata Foa) per arrivare alla ''battaglia'' costante che stanno muovendo contro Tito Boeri all'Inps.  

 

Che la posizione di Battiston fosse a rischio si era già capito pochi mesi fa, a luglio, quando era stata insediato un Comitato interministeriale per le politiche spaziali presso la presidenza del consiglio e Battison era stato tenuto fuori. Al suo posto, al coordinamento era stato messo il sottosegretario della Lega Giancarlo Giorgetti. E la revoca dell'incarico è arrivata proprio da un ministro a ''marca'' leghista, quello dell'Istruzione Bussetti

 

Una grave perdita per il sistema perché Battiston è figura stimata in tutto il mondo, ha proposto assieme al Nobel Samuel C.C. Ting la realizzazione di uno spettrometro magnetico per effettuare per la prima volta misure di precisione dei raggi cosmici nello spazio (strumento operativo sulla Stazione Spaziale Internazionale), e con lui l'agenzia spaziale italiana ha fatto passi da gigante in tutti i campi diventando protagonista nel mondo e trovando in Trento e nell'Università, un'importante base d'appoggio. Tra le altre cose circa un anno fa era stato insignito con il titolo di ''Chevalier dans l'ordre de la Légion d'Honneur" titolo istituito da Napoleone Bonaparte che rappresenta l'onorificenza più alta attribuita a donne ed uomini, sia cittadini francesi che stranieri, per meriti straordinari nella vita militare e civile.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 agosto 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 agosto - 14:25

L'avventura con la loro società è iniziata circa tre anni fa. I due giovani della Vallagarina, Mattia Cristoforetti e Giovanni Tava, hanno macinato moltissimi successi ed  hanno deciso di utilizzare il loro lavoro anche per aiutare i bambini. Per questo è iniziata la collaborazione con la fondazione Tog per la cura e la riabilitazione dei bambini con gravi patologie neurologiche

19 agosto - 16:01

Gettatosi da una falesia alta 10 metri a Torre dell'Orso, nel leccese, un giovane trentino si è lesionato la zona cervicale. Trasportato immediatamente all'ospedale Vito Fazzi di Lecce, si attende di capire che danni possa aver riportato. Cauti i medici 

19 agosto - 06:01

Pubblichiamo in esclusiva dei dati molto significativi sul reale andamento della struttura della Val di Fiemme che smentiscono molto di quanto sentito sino ad oggi. Nel punto nascite si è eseguito nel 25% dei casi il taglio cesareo quando non ci sono emergenze e per  l'Organizzazione Mondiale della Sanità un tasso superiore al 15% è indicativo di ''un uso inappropriato della procedura'' motivato da ''carenze organizzative, medicina difensiva, (...) scarso supporto alla donna da parte del personale sanitario nel percorso di accompagnamento alla nascita''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato