Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, 4 minorenni contagiati e 20 positivi nelle Rsa. Altri 2 morti a Trento e Predazzo. Prima vittima con Covid-19 a Isera

Un aggiornamento di Provincia e Azienda provinciale per i servizi sanitari per spiegare anche la nuova ordinanza firmata dal presidente Maurizio Fugatti (Qui articolo) e per fare il punto sulla drammatica situazione nelle Rsa trentine con un tasso di mortalità al 48% di anziani classificati come Covid-19

Di Luca Andreazza - 25 aprile 2020 - 20:42

TRENTO. Ci sono 4.471 casi e 400 decessi in Trentino da inizio epidemia. Sono 1.694 i guariti, mentre sono 2.377 le persone attualmente contagiate. I tamponi analizzati sono 1.365 per un 4,2% di test positivi (Qui articolo). 

Un aggiornamento di Provincia e Azienda provinciale per i servizi sanitari per spiegare anche la nuova ordinanza firmata dal presidente Maurizio Fugatti (Qui articolo) e per fare il punto sulla drammatica situazione nelle Rsa trentine con un tasso di mortalità al 48% di anziani classificati come Covid-19 (Qui articolo). 

Ci sono 58 nuovi positivi ("Ci sono anche 4 minorenni in cura a casa e 20 nuovi positivi sono stati registrati nelle Rsa", spiega l'assessora Stefania Segnana) e 11 morti tra Mezzolombardo, Rovereto, Cembra-Lisignago, Lavis, Borgo d'Anaunia, Storo e Isera. Due i decessi a Predazzo e Trento

 

A Trento ci sono 40 deceduti da inizio epidemia, 31 a Pergine Arco, 29 a Ledro. Sono 19 i morti a Predazzo Rovereto, 16 a Dro, 15 a Riva del Garda e 14 a Mezzolombardo e 13 a Cavedine, 12 a Pellizzano, 10 a Borgo Chiese Nomi

Primo lutto con Covid-19 a Isera, sesto a Storo, quinto a Lavis, terzo a Borgo d'Anaunia e secondo a Cembra-Lisignago.

 

L'aggiornamento di Provincia Apss1.384 in isolamento domiciliare, 704 casi in Rsa mentre complessivi riguarda 1.226 persone41 nelle case di cura 19 in strutture intermedie. Sono 191 i pazienti ricoverati senza ventilazione11 in ventilazione semi-invasiva e 27 in ventilazione invasiva. Sono invece 354 i guariti e 1.340 i guariti clinicamente.

Ci sono 10 nuovi positivi a Bleggio Superiore (62 casi), riconducibili all'interno della casa di riposo, quindi Mezzolombardo registra un +5 per 88 casi da inizio epidemia.

 

Più 4 a Canazei (87 casi), Pergine (233 casi) e Trento (550 casi), più 2 a Borgo d'Anaunia (32 casi), Cles (68 casi), Dro (89 casi), Mezzano (10 casi) e Riva del Garda (141 casi). 

 

Un nuovo positivo a Arco (337 casi), Campitello di Fassa (34 casi), Cavalese (78 casi), Cavedine (57 casi), Comano (35 casi), Ledro (153 casi) e Madruzzo (19 casi), Mezzocorona (32 casi), Nago-Torbole (11 casi), Novaledo (6 casi), Pinzolo (59 casi), Predazzo (107 casi) e Rovereto (156 casi). E ancora San Giovanni di Fassa (77 casi), Spiazzo (26 casi), Spormaggiore (6 casi), Tenna (11 casi) e Tione (55 casi). 

Tassi di contagio. Sono 5 i Comuni già attenzionati per l'alto numero di casi in rapporto alla popolazione: Vermiglio (3,1%), Canazei (4,6%) e Campitello di Fassa (4,8%), Borgo Chiese (4,4%) e Pieve di Bono-Prezzo al 4,9% (Qui articolo).

 

Numeri alti anche a Pellizzano che si porta a 7,2%, quindi Bleggio Superiore (4%), Ledro (2,9%), Mazzin (2,7%), Cavedago e Predazzo (2,4%), Nomi (2,3%), San GiovanniDrena e Storo (2,2%), Spiazzo e Castello-Molina (2,1%), Soraga (2%), ArcoCavedineCavalesePinzolo e Caderzone (1,9%) e Sella Giudicarie (1,8%). Il tasso a livello provinciale si attesa a 0,83%. Trento si trova a 0,45%, Rovereto a 0,4%, Pergine a 1,1% e Riva del Garda a 0,8%.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 ottobre - 19:32

Ci sono 86 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 5 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 10 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 113 positivi a fronte dell'analisi di 983 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 11,5%

26 ottobre - 18:58

I nuovi dati forniti dalla Provincia e dall'Azienda sanitaria dimostrano come l'allerta nelle Rsa rimane alta. Il direttore dell'Apss "Il focolaio maggiore è nella struttura di Malè" e accanto all'emergenza sanitaria c'è anche quella del personale  

26 ottobre - 17:59

Sono stati analizzati 983 tamponi, 113 i test risultati positivi e il rapporto contagi/tamponi sale a 11,5%. A fronte di un leggero aumento rispetto a ieri dei 104 casi in valore assoluto (5,7%), il dato percentuale è praticamente raddoppiato. Sono 10 le persone in più in ospedale per Covid-19

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato