Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, il Bistrot Dolomieu di Andalo chiude in anticipo: ''Per gli ospedali e il personale medico sanitario la situazione nelle regioni vicine non è per niente facile''

Sono diversi gli esercenti che per senso civico e responsabilità hanno deciso di chiudere anticipatamente la stagione invernale, mentre è atteso in queste ore un vertice tra Provincia e Anef per valutare un eventuale blocco dopo che piazza Dante ha confermato che il Decreto non impone nessuno stop per il Trentino

Di Luca Andreazza - 09 marzo 2020 - 10:01

ANDALO. Abbiamo deciso di terminare questa stagione invernale, abbiamo deciso di fare un passo indietro". Così il Bistrot Dolomieu in quel di Andalo che nella giornata di ieri, domenica 8 marzo, ha deciso di abbassare le serrande nonostante l'afflusso di turisti in Paganella: "Grazie agli ospiti e agli amici che ci sono venuti a trovare in questi mesi e al nostro staff che tutti i giorni ci ha affiancato con il loro prezioso contributo"

 

"Per gli ospedali e il personale medico sanitario la situazione nelle regioni vicine a noi non è per niente facile. Nel rispetto delle loro indicazioni - spiegano su Facebook - dei nostri collaboratori, dei nostri ospiti e delle nostre famiglie pensiamo sia meglio concludere la stagione con un po’ d’anticipo. Pensiamo sia meglio 'tirare i remi in barca' in questo momento e riprendere con ancor più entusiasmo e determinazione quando questa situazione sarà superata".

Sono diversi gli esercenti che per senso civico e responsabilità hanno deciso di chiudere anticipatamente la stagione invernale, mentre è atteso in queste ore un vertice tra Provincia e Anef per valutare un eventuale blocco dopo che piazza Dante ha confermato che il Decreto non impone nessuno stop per il Trentino (Qui articolo), anche se dopo il boom di sabato (Qui articolo) e tantissime persone nelle località sciistiche (Qui articolo) qualcosa è cambiato. 

 

Diversi gli appelli per bloccare gli impianti tra le opposizioni (Qui articolo), gli albergatori (Qui articolo), la richiesta firmata dalla Comunità di valle della val di Sole per chiedere il blocco degli impianti (Qui articolo) e l'intervento dei sindacati (Qui articolo).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 ottobre - 19:32

Ci sono 86 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 5 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 10 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 113 positivi a fronte dell'analisi di 983 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 11,5%

26 ottobre - 18:58

I nuovi dati forniti dalla Provincia e dall'Azienda sanitaria dimostrano come l'allerta nelle Rsa rimane alta. Il direttore dell'Apss "Il focolaio maggiore è nella struttura di Malè" e accanto all'emergenza sanitaria c'è anche quella del personale  

26 ottobre - 17:59

Sono stati analizzati 983 tamponi, 113 i test risultati positivi e il rapporto contagi/tamponi sale a 11,5%. A fronte di un leggero aumento rispetto a ieri dei 104 casi in valore assoluto (5,7%), il dato percentuale è praticamente raddoppiato. Sono 10 le persone in più in ospedale per Covid-19

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato