Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, Trentino con Rt inferiore a 1 ma indice ancora intermedio-alto. I report del ministero della salute sull'andamento della curva epidemiologica

Un'incidenza settimanale dei nuovi casi di Covid-19 su 100 mila abitanti segnata in diminuzione per la provincia di Trento, anche se si resta su valori intermedi-alti in compagnia del Piemonte che è stabile. Alta in Lombardia e in aumento. Verdi tutte le altre Regioni, compreso l'Alto Adige, identificate con un Rt basso

Di Luca Andreazza - 07 June 2020 - 18:27

TRENTO. Il trend della curva epidemiologia da coronavirus è rassicurante in Italia. Nessuna Regione ha, infatti, fatto registrare un Rt maggiore di 1 nella settimana tra il 25 e il 31 maggio. La conferma arriva dal monitoraggio del ministero della salute e dell'Istituto superiore di sanità in base agli indicatori delineati per la Fase 2.

 

Un'incidenza settimanale dei nuovi casi di Covid-19 su 100 mila abitanti segnata in diminuzione per la provincia di Trento, anche se si resta su valori intermedi-alti in compagnia del Piemonte che è stabile. Alta in Lombardia e in aumento. Verdi tutte le altre Regioni, compreso l'Alto Adige, identificate con un Rt basso, ma la Liguria viene data in aumento.

 

 

La stima dell'indice di trasmissibilità (Rt) per data inizio sintomi nel periodo dal 12 al 25 maggio, calcolato al 3 giugno, si legge nel monitoraggio "mostra valori medi inferiori a 1 in tutte le Regioni. Per quanto riguarda la stima dell'Rt, si sottolinea che quando il numero di casi è molto piccolo possono verificarsi temporanee oscillazioni con Rt>1 a causa di piccoli focolai locali, senza che questo rappresenti necessariamente un elemento preoccupante".

 

Il monitoraggio evidenzia inoltre che per i tempi tra l'esposizione a Covid-19 e lo sviluppo di sintomi, la diagnosi e la successiva notifica, verosimilmente molti dei casi di questa settimana hanno contratto l'infezione tra i 14 e i 21 giorni prima, cioè durante la prima fase di riapertura tra il 4 e il 18 maggio

"In quasi tutta la Penisola - continua il report - sono documentati focolai di trasmissione attivi. Questo riscontro, che in gran parte è dovuto alla intensa attività di screening e indagine dei casi con identificazione e monitoraggio dei contatti stretti, evidenzia tuttavia come l'epidemia in Italia di Covid-19 non sia conclusa".

 

Le misure di lockdown "hanno effettivamente permesso un controllo dell’infezione da Sars-Cov-2 sul territorio nazionale pur in un contesto di persistente trasmissione diffusa del virus con incidenza molto diversa nelle 21 Regioni/PPAA. La situazionerelativa prevalentemente alla prima fase di transizione, è complessivamente positiva".

 

 

Il quadro in generale è rassicurante, ma permangono segnali di trasmissione con focolai nuovi. "Una situazione epidemiologicamente fluida in molte Regioni italiane. Questo richiede il rispetto rigoroso delle misure necessarie a ridurre il rischio di trasmissione quali l’igiene individuale e il distanziamento fisico. E' necessario mantenere elevata la resilienza dei servizi territoriali per continuare a favorire la consapevolezza e la compliance della popolazione, realizzare la ricerca attiva e accertamento diagnostico di potenziali casi, l’isolamento dei casi confermati, la quarantena dei loro contatti stretti. Queste azioni sono fondamentali per controllare la trasmissione ed eventualmente identificare rapidamente e fronteggiare recrudescenze epidemiche".

 

Il Trentino, dopo aver festeggiato il primo doppio zero da inizio epidemia (Qui articolo), negli ultimi due giorni ha trovato 6 nuovi positivi, fortunatamente non sono stati registrati decessi (Qui articolo), mentre in Alto Adige sono stati diagnosticati 4 nuovi infetti.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
15 giugno - 19:54
Dei circa 120.000 trentini di età compresa tra 18 e 40 anni da ieri sera fino al 10 luglio se ne potevano prenotare 25.000. A mezzogiorno erano [...]
Politica
15 giugno - 18:42
Grosselli sulle scuole d’infanzia propone uno “sciopero al contrario”: “Invece di astenersi dal lavoro, nel giorno di sciopero si potrebbe [...]
Cronaca
15 giugno - 16:25
L'uomo ha avuto un malore in acqua ma fortunatamente altri bagnanti si sono accorti dell'accaduto e lo hanno soccorso. Poi è arrivato l'elicottero [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato