Contenuto sponsorizzato

Attentato alla sede della Lega di Ala, indagini a tutto campo. I frammenti della bomba inviati al Ris di Parma

Si segue la pista anarchica. Al setaccio le immagini delle telecamere pubbliche e private. L'esplosione è avvenuta attorno alle 2.20 della notte fra venerdì e sabato 

Pubblicato il - 15 ottobre 2018 - 08:58

ALA. Stanno andando avanti senza sosta le indagini delle forze dell'ordine sull'attentato che alle due di notte di sabato ha colpito la sede della Lega ad Ala, poche ore prima che il ministro dell'Interno Matteo Salvini arrivasse in Trentino. (QUI L'ARTICOLO)

 

Gli elementi raccolti fino ad oggi indicano la strada dell'"azione di matrice anarchica". Davanti alla sede colpita dall'attentato è stata trovata scritta con vernice nera la frase “Ancora fischia il vento”,  tratta dal testo di una conosciuta canzone partigiana già usata dagli antagonisti altre volte per firmare le proprie azioni. Ci sono poi i movimenti di alcuni anarchici che erano stati notati il giorno prima in paese.

La notizia dell'attentato è comparsa proprio oggi anche in un portale web che riporta notizie della “galassia antiautoritaria

 

Le indagini, come già detto, stanno proseguendo. I Ris di Parma avranno il compito di analizzare gli elementi raccolti e, fra le altre corse, anche i pezzi di esplosivo che sono stati ritrovati davanti alla sede.

 

Si stanno studiando anche le immagini delle telecamere sia quelle pubbliche, istallate dal Comune di Ala, che quelle private.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 settembre - 19:47

Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 2.375 tamponi, 22 i test risultati positivi per un rapporto che si attesta a 0,9%. Contagi a Castelnuovo e nell'Alto Garda

19 settembre - 19:05

La criminalità si insinua tra le piccole e medie imprese con un aumento, nel corso del 2019  delle segnalazioni delle operazioni di riciclaggio. La Cgia di Mestre: “Secondo una nostra stima su dati della Banca d’Italia ammonta a circa 170 miliardi di euro l’anno il fatturato ascrivibile all’economia criminale presente in Italia"

19 settembre - 16:35

Sono stati analizzati 2.375 tamponi, 22 i test risultati positivi e 8 persone presentano sintomi. Il totale in Trentino è di 6.311 casi e 470 decessi da inizio epidemia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato