Contenuto sponsorizzato

Dall’eccezione di Bolzano al candidato con Fratelli d’Italia: i fascisti del terzo millennio si presentano alle amministrative 2020

Quando le poltrone in consiglio comunale diventano “una trincea irrinunciabile nella quale non si può tradire o disertare”, nonostante l’annuncio del ritiro dalle competizioni elettorali Casapound ci riprova e presenta una lista a Bolzano. A Riva del Garda invece, il referente locale trova ospitalità tra le fila di Fratelli d’Italia

Di Tiziano Grottolo - 20 August 2020 - 18:52

RIVA DEL GARDA. “In seguito all’esperienza delle ultime elezioni europee e al termine di una lunga riflessione sul percorso del movimento dalla sua fondazione a oggi, Casapound Italia ha deciso di mettere fine alla propria esperienza elettorale e partitica”. Così Gianluca Iannone aveva annunciato il ritiro dei fascisti del terzo millennio dalle competizioni elettorali. La decisione era maturata dopo il flop elettorale delle Europee di maggio 2019, quando il partito di estrema destra ottenne appena lo 0,33% dei voti. Poi arrivò “l’espulsione” da Facebook per istigazione all’odio (QUI articolo) e la migrazione verso la piattaforma russa Vkontakte (QUI articolo).

 

A quanto pare però, non è più il tempo delle “decisioni irrevocabili”, o perlomeno si possono fare delle eccezioni. Il caso più eclatante è quello di Bolzano dove Casapound si presenterà addirittura con un proprio simbolo e un candidato sindaco: Maurizio Puglisi Ghizzi, già consigliere comunale per la tartaruga frecciata. D’altronde alle ultime amministrative i fascisti del terzo millennio ottennero il 6,69% eleggendo anche Andrea Bonazza e Sandro Trigolo. Un bottino niente male per chi era abituato alle percentuali da prefisso telefonico. Una candidatura che arriva “in via del tutto eccezionale”, assicura Casapound, parlando di una scelta “dettata dalla necessità di esserci, dopo cinque anni di battaglie tra i banchi del municipio”. Così le poltrone in consiglio comunale si trasformano in “una trincea irrinunciabile, nella quale non si può tradire o disertare. Non possiamo accettare – prosegue Casapound – che il nostro patrimonio elettorale venga delegato a soggetti terzi di cui non riusciamo a fidarci”.

 

 

A Riva del Garda invece, il fardello elettorale lo porterà Matteo Negri che ha trovato ospitalità tra le fila di Fratelli d’Italia. “Ci sarò anch’io – spiega su Facebook il referente locale delle tartarughe frecciate – candidato indipendente tra le file di Fratelli d’Italia, al quale voglio portare la mia esperienza nel campo del sociale e molte idee per migliorare il futuro dei giovani. Una scelta ben ponderata, sottolinea il candidato: “Le innumerevoli battaglie svolte negli anni come responsabile locale di Cpi, hanno contribuito a costruire, con tanto sacrificio, importanti competenze nel merito del sostegno alle famiglie italiane in difficoltà” (QUI articolo).

 

Per certi versi si tratta di un ritorno alle origini per Casapound, quando l’estrema destra muoveva i primi passi in politica infatti, la strategia utilizzata era proprio quella di piazzare dei propri candidati all’interno di altre liste afferenti all’area del Centrodestra. I fascisti del terzo millennio insomma, puntano a piazzare i loro uomini all’interno delle istituzioni, probabilmente in attesa di tempi migliori, perché in fondo “si stava meglio quando si stava peggio”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 03 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 December - 17:49

Oggi il monitoraggio della Cabina di regina dell'Iss, l'Rt nazionale scende per la prima volta da settimane sotto l'1, cioè a 0,91. Il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva passa dal 47% al 49%

04 December - 17:47

La protezione civile ha diramato un’allerta rossa su parte di Veneto e Friuli-Venezia Giulia, ma anche su tutta la Provincia di Bolzano. Peggiora la situazione anche in Trentino, le autorità avvertono: “I fenomeni meteo in corso potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche”

04 December - 17:33

Da ieri la Provincia ha finalmente iniziato a comunicare i dati complessivi per quanto riguarda la diffusione del contagio sul territorio provinciale, numeri che comprendono i test antigenici

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato