Contenuto sponsorizzato

Fridays for Future in piazza a manifestare. Intanto il solito sito dà a tutti dei ''gretini'' e denigra il Dolomiti a suon di bufale

La Voce del Trentino oggi ha prodotto il solito articolo denigratorio nei confronti del nostro giornale basandosi, come al solito, su errori e falsità (facilmente verificabili) mentre ha dato dei ''gretini'' a tutti quelli che manifesteranno domani per il bene del pianeta

Di Luca Pianesi - 26 settembre 2019 - 18:02

TRENTO. Un insulto globale rivolto a tutte e tutti, giovani e meno giovani, che domani scenderanno in piazza. Un popolo colorato che manifesta non contro qualcuno, ma in favore di tutti, per chiedere alla comunità un cambio di passo per garantire un futuro a questo pianeta.

 

Fridays for Future è pronta a colorare di nuovo le strade di tutta Italia e anche in Trentino sfilerà tra le vie del centro del capoluogo dopo che anche la questura ha dato il suo benestare alla marcia pacifica in favore di tutti e contro nessuno. Tantissime le adesioni per un evento che coinvolge tutti a prescindere dagli schieramenti politici.

 

Tutti tranne ''La Voce del Trentino'': al sito sembra importare poco della mobilitazione di massa che si sta preparando. La novità del giorno era, evidentemente, la scoperta di una parola, da infilare più volte possibile in uno stesso articolo che, ovviamente, non poteva non essere anche diffamatorio nei nostri confronti. La parola in questione è l'originalissima ''gretini''. Divertitissima la redazione del sito (addirittura nella didascalia dell'articolo in questione viene scritto ''i due titoli dei due quotidiani poi rivisti dopo la smentita della Questura e Greta Thumberg che ha dato origine al movimento chiamato simpaticamente i Gretini''), ha voluto ripeterla ossessivamente dal titolo, riferito a noi (Le Fake News de ilDolomiti: l'importante è fare la figura dei Gretini), a praticamente ogni riga riferendosi anche ai manifestanti, simpatizzanti, e quindi a chiunque in un modo o nell'altro pensa che quella per la tutela del pianeta possa essere una battaglia degna (definiti, appunto, nell'articolo in questione i ''gretini'').

 

 

Lo stile è sempre lo stesso anche se, purtroppo, come ormai da qualche tempo accade, quando vengono realizzati questi articoli, non c'è la firma (un tempo almeno figurava tale Andrea Tumiotto, mitico giornalista fake, inventato di sana pianta, con tanto di foto presa da Google, dietro il quale si nascondeva l'editore Roberto Conci, come poi è emerso chiaramente in sede giudiziaria nell'ambito di un processo contro di lui e l'ex leader di Forza Nuova, Numa de Masi QUI ARTICOLO). 

 

Uno stile che si serve di bugie clamorose per gettare discredito contro qualcuno, quando sarebbe stato semplicissimo evitare tali scivoloni, per esempio facendo una rapidissima verifica di quel che si scrive. Come quella di affermare che ''tutto nasce da un lancio del Dolomiti per nulla nuovo a mandare in rete fake news poi riprese dai media e quotidiani locali''. Balla clamorosa visto che, proprio perché le notizie prima di pubblicarle ci piace verificarle abbiamo atteso di intervistare direttamente  i ragazzi di Fridays for Future (evitando di uscire solo con il comunicato stampa), siamo stati gli ultimi a pubblicare l'articolo: il primo è stato Trento Today alle 11.26, poi il Trentino alle 11.46 e poi l'Adige alle 11.56; noi siamo usciti alle 12.53 quindi quanto affermato da quelli delle voci è falso, come al solito, come l'ennesima frase denigratoria anche nei confronti dell'Adige (''evidentemente se lo dice ilDolomiti l'Adige abbocca con regolarità'').

 

 

 

 

 

 

Dunque nulla è nato da un nostro errore: semplicemente tutti gli organi di informazione hanno ripreso il comunicato stampa del comitato promotore dell'evento di domani. Comunicato che, comunque, non conteneva alcuna fake news come ha tentato di far credere il solito sito che, invece, di fake vere e clamorose ne ha pubblicate a iosa: da quella terribile di un bambino morto trovato in un cassonetto a Trento Nord (mai esistito) a quella orrenda dove avevano preso un video girato a Bologna mesi prima attualizzandolo e dicendo che un immigrato aveva sfasciato una macchina dei carabinieri in via Roma a Trento, da quella sulle galline allevate da alcuni ragazzi di Brentonico che avrebbero avuto l'aviaria (mai esistita) all'ultima, in ordine di tempo, sulle minoranze assenteiste in consiglio provinciale dando a Paolo Ghezzi del ''furbetto del cartellino'' (notizia che poi ha dovuto smentire pubblicamente in Aula anche il presidente Kasswalder). 

 

Quella che per La Voce del Trentino sarebbe una clamorosa fake (scrivono, tra l'altro ''fake domilitiana'' quando al massimo sarebbe ''dolomitiana'', ma vabbè, e nonostante prima di noi l'avessero fatto tutti gli altri l'articolo, ma ri-vabbè) è stato semplicemente uno scambio di posizioni, come abbiamo spiegato nel secondo articolo che abbiamo pubblicato sulla questione (QUI ARTICOLO): già perché, al contrario di quanto scritto sempre dal solito sito, noi non abbiamo cambiato titolo a nessun articolo, semplicemente ne abbiamo fatti due (anche questo non era difficile da verificare visto che sono entrambi lì agli atti, basta guardare sia su Facebook che sul sito).

 

Nel primo si dava conto della posizione di Fridays for Future, nel secondo della smentita del questore, che spiegava come la manifestazione per le vie del centro non era stata vietata, e la replica dei ragazzi che aggiungevano un altro tassello: ''Apprendiamo però che il questore, improvvisamente, ‘smentisce categoricamente la notizia di questa mattina’ relativa al divieto imposto a Fridays For Future Trento di manifestare per le vie del centro storico, il ‘no’ categorico ripetutoci più volte durante l’incontro con la questura si è però improvvisamente trasformato in un sì. Evidentemente dopo il nostro comunicato di questa mattina e grazie al sostegno mostratoci da tantissime persone, Garramone è tornato sui propri passi, concedendoci il centro''.

 

Insomma si è trattato del normale evolversi di una vicenda, conclusasi, fortunatamente, nel migliore dei modi per tutti. Con buona pace di chi arriva tardi perché troppo intento a sbellicarsi pensando a tutti i modi possibili e immaginabili di utilizzare una parola creata storpiando il nome di una bambina

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
21 giugno - 11:51
Entra oggi in vigore la nuova ordinanza del presidente Kompatscher che prevede un alleggerimento delle misure restrittive. Via il coprifuoco e la [...]
Cronaca
21 giugno - 10:01
"Sono l'ultimo che dovrebbe fare la morale a chi vuole divertirsi, ma quello che state lasciando in piazza d'Arogno è uno schifo". Così il [...]
Società
21 giugno - 10:17
Sono quattro le tonche che quest'anno hanno portato le immersioni nel fiume Adige. Protagonista il "giudice" Lucio Gardin. Molte le persone che non [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato