Contenuto sponsorizzato

Elicotteri ko, Ghezzi: ''Guasti e incognite. I mezzi non sembrano godere di grande salute, ma la giunta non decide e intanto si spendono risorse senza progettualità''

I riflettori si accendono dopo il quarto stop tra luglio e agosto di un elicottero trentino, senza dimenticare i due casi più gravi sul Nambino e Dro. Ghezzi: "A breve il terzo rinnovo del noleggio, mentre piazza Dante provvederà all'acquisto di un nuovo Aw139 alla cifra di 16 milioni di euro. Ci vorrà un anno di tempo prima di entrare in possesso dell’elicottero e sarà necessario un ulteriore rinnovo"

Di Luca Andreazza - 31 agosto 2019 - 12:48

TRENTO. "Gli elicotteri in dotazione al nucleo non sembrano godere di ottima salute, ma ancora non si conoscono i piani della giunta", così Paolo Ghezzi, consigliere provinciale di Futura, che aggiunge: "Soprattutto se si considera che l'elisoccorso riveste un ruolo fondamentale per la sanità trentina nel gestire le situazioni di emergenza".

 

Il nucleo svolge un compito tanto importante, quanto delicato, ma i riflettori si accendono dopo il quarto stop tra luglio e agosto di un elicottero trentino. L'ultimo caso è quello di mercoledì scorso, quando un Agusta è dovuto rientrare dalla Pale di San Martino a causa dell'innalzamento della temperatura dell'olio, un guasto che ha costretto il mezzo a rientrare alla base per essere sostituto sull'intervento dal Dauphin (Qui articolo). 

 

Solo nel mese scorso un elicottero era dovuto atterrare alla piazzola di Ziano di Fiemme per problemi al motore (Qui articolo), mentre una settimana prima elicottero si era fermato, invece, in val di Cembra per un problema da ricondurre ad una valvola del sistema di alimentazione del carburante (Qui articolo). 

 

Prima dell'atterraggio tra Palù e Verla, c'era stato il caso a Gaggiolo (Qui articolo), mentre in aprile, invece, tutti gli elicotteri trentini erano finiti ai box per riparazioni e manutenzioni, assolutamente indispensabili per garantire la sicurezza degli operatoridelle persone a cui si porta soccorso e degli stessi mezzi (Qui articolo). In quei giorni il servizio di elisoccorso era stato garantito e svolto in collaborazione con le strutture di Bolzano e VeronaBrescia Vicenza.

 

Più gravi i casi precedenti come quello avvenuto sul Nambino e quello di Dro all'altezza di una delle pareti per l'arrampicata. L'incidente sul Nambino (Qui articoloera avvenuto nel marzo del 2017 e aveva visto precipitare un Augusta finito per distruggersi sulla neve.

 

Pochi mesi dopo, a ottobre, il caso di un altro AgustaWestland 139 (Qui articolo) la cui pala era stata letteralmente mangiata dalla parete di Pietramurata sulla quale si trovava in grosse difficoltà un giovane scalatore trentino. In quel caso, grazie alle capacità dei piloti, il mezzo era riuscito a rientrare a Mattarello e l'uomo era stato soccorso da un altro elicottero. 

 

"Nel maggio scorso - prosegue Ghezzi - ho già interrogato il presidente Maurizio Fugatti in merito agli elicotteri in dotazione al nucleo, senza aver ricevuto ancora risposta. In particolare avevo chiesto informazioni sull'Aw139 coinvolto nell'incidente occorso un paio di anni fa, che ora è depositato in un hangar a Mattarello. Per ottemperare alla delibera provinciale n. 2.498 del 2009 è necessaria la disponibilità di almeno tre elicotteri con allestimento sanitario, almeno due idonei al volo notturno".

 

In ballo ci sarebbe anche l'acquisto di un nuovo Aw139. "Nel frattempo la giunta - evidenzia il consigliere provinciale Futura - ha provveduto a noleggiare un elicottero analogo a quello accidentato per una spesa nel 2017 di 2.562.000 euro, più copertura assicurativa. Un anno dopo la Provincia  non aveva ancora deciso sul destino del mezzo fermo, così la Cassa antincendi ha optato per il rinnovo per altri 12 mesi alla cifra di 2.790.750 euro, più costi assicurativi".

 

E il 4 settembre scadrà nuovamente il contratto di noleggio. "Ci sarà un ulteriore rinnovo della giunta e quindi un ulteriore esborso per le casse provinciali - conclude Ghezzi - mentre piazza Dante nei prossimi mesi provvederà all'acquisto di un nuovo Aw139 alla cifra di 16 milioni di euro: si stima che ci vorrà un anno di tempo prima che si possa entrare in possesso dell’elicottero. A quel punto però sarà necessario rinnovare il noleggio dell’elicottero esistente".

 

Una situazione del parco elicotteri che mette in difficoltà anche l'acquisto di nuovi mezzi per i vigili del fuoco permanenti di Trento, costretti a utilizzare veicoli datati (Qui articolo) e bandi andati a vuoto (Qui articolo).

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
15 giugno - 06:01
Il consigliere provinciale di Futura Paolo Zanella chiede chiarimenti in merito alle classi 'particolari' di indirizzo bilinguistico e musicale [...]
Cronaca
14 giugno - 18:53
Con l'arrivo dell'estate il misto di ghiaia, sassi e asfalto trasforma la spianata di San Vincenzo in un luogo caldissimo e afoso. Quasi [...]
Cronaca
14 giugno - 18:51
Fra poche ore apriranno le prenotazioni per la fascia d’età dai 18 ai 39 anni, fino al 10 luglio ci sono a disposizione 25mila dosi per una [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato