Contenuto sponsorizzato

Savoi, stile ed eleganza: il presidente della Lega del Trentino risponde a un'utente e (come al solito) il livello è ''altissimo''

Il massimo rappresentante della Lega in Trentino, colui che è presidente del partito di governo in provincia commenta sui social che con Ianeselli a sindaco di Trento la città è caduta in basso e poi sotterra il livello della discussione con questo commento rivolto a Rossella, una utente che si è azzardata a commentare quanto da lui postato

Di Luca Pianesi - 23 settembre 2020 - 16:35

TRENTO. ''Intanto l'avete presa nei denti caro Savoi'' e lui: ''Anche voi la avete presa in c..o alle provinciali''. Signori si nasce e il presidente della Lega in Trentino è uno che senza dubbio, non lo nacque (per citare Totò e il suo ''Signori si nasce'', appunto). Savoi negli anni verrà ricordato come il consigliere provinciale che faceva i gestacci in Aula, mostrava il dito medio in sedi istituzionali, insultava i giornalisti di persona e metteva nero su bianco i concetti più abbietti: sui social ha abituato al peggio, dando dei ''parassiti e privilegiati'' a tutti i sindacalisti e dipendenti pubblici, dei ''culatoni'' (con errore di ortografia) a noi de il Dolomiti, della ''pecora'' all'ex assessore Dallapiccola e del ''pirla'' all'ex presidente Rossi, della ''zecca rossa'' e ''bastardo'' al giornalista Danilo Fenner aggiungendo che ''sarà vendetta, si salvi chi può quando vinceremo''.

 

La lista è interminabile e potrebbe continuare veramente all'infinito andando a toccare tutto e tutti (addirittura i colleghi di coalizione di Forza Italia, Grisenti e chi ne ha più ne metta) perché il ''nostro'' è così. Emanazione più pura del partito che governa il Trentino è stato scelto come rappresentante massimo, come presidente provinciale, di questa Lega ed è per questo che quanto dice non va mai ignorato, quanto scrive non va mai dato per scontato (anche perché riesce a superarsi sempre e comunque).

 

Questa volta il commento lo ha postato sotto un suo stesso post che mostra Ianeselli che festeggia per la vittoria alle comunali e recita così: ''Povera Trento, sventurata e cieca. Come siamo caduti in basso. Abbasso il comunismo. Viva la Libertà''. Una delle sue follower, Rosa, replica dicendo ''intanto l'avete presa nei denti caro Savoi'' e lui, da gran signore, a dimostrare che se avesse vinto la sua Lega non si sarebbe ''caduti in basso'' ma semplicemente si sarebbe sprofondati ancor di più rispetto al livello dove hanno spinto il Trentino con soli due anni di governo provinciale, risponde con ''anche voi la avete presa in c..o alle provinciali''.

 

Insomma Trento, probabilmente, c'ha visto benissimo e con lei buona parte della provincia in queste elezioni amministrative che hanno respinto quasi ovunque la Lega e i suoi paladini guidati splendidamente dal suo presidente Savoi. Perché signori si nasce e lui, modestamente, non lo nacque. 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 25 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
25 giugno - 20:37
Lo Stelvio non getta la spugna nella pratica dello sci estivo, anche se la neve fatica a scendere anche a oltre 3 mila metri: "Usiamo i teli in [...]
Cronaca
25 giugno - 18:21
Dopo la tragedia in autostrada costata la vita alla 31enne infermiera sono stati tantissimi i messaggi di cordoglio alla famiglia. Il fratello [...]
Cronaca
25 giugno - 20:15
L'incidente è avvenuto sulla statale 237 del Caffaro. Lunga operazione di pulizia per i vigili del fuoco per ripristinare la sicurezza e la [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato